Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Montoro gli pignorano la casa e il proprietario de La Foresta spara all’impazzata

Più informazioni su

Paola Florio, Il Mattino Salerno Il proprietario di un noto ristorante di Montoro Inferiore esplode diversi colpi di pistola nella propria abitazione in località San Vincenzo a Mercato San Severino. Almeno un proiettile avrebbe centrato la palazzina di fronte rischiando di colpire i residenti che, fortunatamente, al momento non erano presenti. Ancora non sono chiare le motivazioni del gesto che, ieri mattina, avrebbe fatto impugnare una semiautomatica ad Antonio Roberto, imprenditore, proprietario dello storico hotel ristorante La Foresta, facendogli sparare all’impazzata l’intero caricatore, ma una prima ipotesi legherebbe il fatto a un momento di scoramento per difficoltà economiche. Sarebbero stati proprio i vicini di casa a chiamare i carabinieri dopo che le pallottole sono finite contro i vetri di alcune finestre dell’edificio dall’altro lato della strada, ma ci sarebbero stati ancora altri residenti ad aver allertato il 112 dopo aver sentito le esplosioni. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Rabbia e disperazione raccontano la storia di Roberto, un imprenditore (come tanti altri in questi periodi di forte crisi) con una serie di situazioni debitorie da affrontare. Ieri, però, Roberto avrebbe ricevuto la notizia del pignoramento della propria abitazione. L’immediata reazione l’avrebbe visto impugnare la pistola (legalmente detenuta) e sparare contro tutto quanto fosse presente nella stanza. Mobili, suppellettili e quant’altro. Una risposta personale rispetto a una situazione economica davvero molto difficile. Nessuno sarebbe stato veramente in pericolo poiché pare che l’uomo abbia sparato contro pareti e arredamenti, come in una sorta di sfogo per la brutta notizia ricevuta in mattinata. Uno dei proiettili, però, sarebbe uscito e avrebbe infranto il vetro della finestra di un appartamento dell’edificio prospiciente, finendo per conficcarsi nell’anta di un mobile. Sembra, dunque, che i problemi economici possano essere stati alla base del gesto sconsiderato dell’uomo che, una volta venuto a conoscenza del pignoramento della proprietà, abbia reagito in maniera molto forte. C’è chi dice che al momento dei fatti in casa fosse presente solo l’imprenditore e che successivamente sia uscito; altri, invece, raccontano che la moglie, accorsa dopo aver sentito gli spari, sia riuscita a far ragionare il marito, il quale, una volta compreso quanto accaduto, avrebbe espresso parole di pentimento. Si tratta, però, solo di voci di strada. Quello che è certo è che il ristoratore ha impugnato l’arma e ha esploso numerosi colpi. Proiettili che sarebbero stati diretti contro la mobilia della stanza in cui si trovava. Una reazione alla notizia del pignoramento della sua casa, ricevuta proprio ieri mattina, a seguito di una serie di situazioni debitorie. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della locale stazione con i colleghi della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del capitano Rosario Basile, i quali hanno provveduto ad effettuare tutti i rilievi del caso e ad ascoltare le testimonianze. Per l’uomo, che è stato sentito e che avrebbe riferito di aver agito in un momento di sconforto e che non c’era alcuna intenzione di arrecare danno a nessuno, è scattata una denuncia a piede libero per esplosioni pericolose e danneggiamento aggravato, mentre la pistola utilizzata è stata posta sotto sequestro, come le altre armi (sempre detenute legalmente) rinvenute nell’abitazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.