Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Carlo Alfaro: questo Natale la Penisola sorrentina ha scelto la solidarietà.

Più informazioni su

“Nonostante la crisi, molte persone hanno capito che il vero senso del Natale è la solidarietà”. Così Carlo Alfaro, pediatra con la passione per la promozione culturale, commenta gli eventi che ha organizzato durante le festività natalizie in Penisola sorrentina. A partire da “La Notte delle Fiabe. E…”, spettacolo di beneficenza ideato e realizzato dall’Associazione Mandya Move & Mind di Lucia Fiorentino, che si è tenuto il 19 Dicembre 2014, presso il Teatro di San Giuseppe in Sant’Agnello. Uno spettacolo molto vario, con balli e canti ed attimi di riflessione evocati dalla lettura a due voci ad opera di Silvana Ruggiero e Carlo Alfaro della toccante fiaba “A Natale puoi” dello scrittore napoletano Walter Daniele. Lo spettacolo si basa sul lavoro della coreografa e danzatrice Raffaella Panico, coadiuvata dalla sorella Elvira, cantante e ballerina, con interventi del rapper Mauro Marsu, che ha interpretato dal vivo l’hit “Storia di Mara”(testo di Mauro Marsu musica dei Razordub : Aniello Iaccarino, Tonino Esposito “Dj Neno”, Roberto Ciuoffo “Dj Spider”, registrata al Monopattino Recording Studio di Peppe De Angelis), del cantante Claudio Mariconda, del duo di ballerini Enrick Alberti e Giovanni Montuori. Ha dichiarato Lucia Fiorentino nel comunicato che lo speaker Giuseppe Locria ha letto in apertura di serata: “Tendere una mano vale più di mille parole, è credere nella vita, è accendere un sorriso, è dare gioia, è creare intese, è vedere l’unicità di ogni anima”. Destinatarie della raccolta che si è tenuta in seno allo spettacolo quattro associazioni che si occupano di solidarietà nel nostro territorio: “ABIO(Associazione per il bambino in ospedale) Castellammare”, che si dedica ai bambini e adolescenti ricoverati alla Pediatria del San Leonardo di Castellammare di Stabia, offrendo un’accoglienza il più umanizzata possibile durante la degenza; “Mamme al Centro Endas”, che sta raccogliendo fondi per il progetto “Troppo Amore”, lanciato in occasione della Giornata mondiale contro la violenza di genere il 25 novembre 2014, allo scopo di creare uno “Sportello Ascolto” in Penisola sorrentina per le donne vittime di violenza; “La Lupa Onlus”, che sfama gli animali abbandonati di Vico Equense e del Monte Faito; il “Villaggio di zio Pino”, che raccoglie fondi per realizzare una rappresentazione teatrale esclusivamente con soggetti autistici, dal titolo “Anche noi in scena”. Ancora solidarietà, a favore questa volta della Caritas Diocesana Sorrento-Castellammare, con l’evento “Intarsi di Musica”, che si è tenuto a Sorrento domenica 28 dicembre presso il Centro Polifunzionale dell’artigianato al Bastione di Parsano. Organizzato dall’assessore Massimo Coppola con la direzione artistica de Le Muse Entertainment di Marzia Illiano, nel sito storico sorrentino dove si respira aria di storia e si ammira la bellezza arcaica del costone tufaceo, il raffinato evento ha attirato spettatori della Penisola ma anche da fuori zona per apprezzare la straordinaria mostra dell’artigianato sorrentino, accolti dai maestri artigiani Ferdinando Corcione, che ha dato anche dimostrazioni dal vivo, e Biagio Barile, che ha spiegato: “La tecnica della tarsia sorrentina si affermò in epoca napoleonica dalla combinazione della scuola francese dell’intaglio e quella napoletana dell’intarsio, e viene tuttora esercitata nelle diverse botteghe artigiane in Penisola, vere fucine dell’apprendistato atte a formare nuove leve affinché la nobile arte dell’intarsio non vada perduta, come è stato per me con mio padre”. A coronamento della visita alla mostra, un raffinato concerto del trio da camera “Cantus Insolitus”, l’arpa di Gianluca Rovinello, il flauto di Domenico Guastafierro e il pianoforte di Giovanni Rea, che hanno incantato il pubblico con cristalline musiche rinascimentali, associato all’esibizione del maestro compositore, chitarrista e poeta Rocco Aversa. “Un’immersione nel variegato patrimonio artistico sorrentino, mettendo in sinergica relazione intarsio artistico, musica, storia”, ha detto Carlo Alfaro nel presentare la serata, che si è ulteriormente arricchita del contributo di due poeti: Luigi Mollo e Maurizio Marchetti. La sera del 28 dicembre, infine, all’Hotel La Pace a Sant’Agnello Carlo ha presentato l’opera di Franco Gargiulo, scrittore, storico e poeta santanellese, con dotte relazioni dell’Avv. Antonino Cuomo, presidente dell’Associazione Studi Storici Sorrentini, e del presidente del Forum dei giovani di Sant’Agnello Michele Vitiello, e intermezzi musicali della coppia musicale stabiese Rosalba Spagnuolo e Francesco Cesarano, storici interpreti della canzone classica napoletana, capaci come pochi di coinvolgere il pubblico con la loro passione ed entusiasmo. I libri della copiosa produzione dell’autore sono stati messi in vendita per una raccolta a favore della Casa di Riposo San Giuseppe e del Gruppo Vincenziano parrocchiale. Concludiamo con l’aforisma di Sofocle: “L’opera umana più bella è essere utile al prossimo”. (Utente dal Web)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.