Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento successo del concerto di Noa coi Soling street quartet al Palace per il Rotary – VIDEO foto

Più informazioni su

Musica e solidarietà  ancora una volta protagoniste del concerto di fine anno promosso dal Rotary Club di Sorrento col patrocinio del Comune. Protagonisti della ventesima edizione saranno Noa e i Solis String Quartet. Questa sera a, nella sala delle Sirene dell’Hilton Sorrento Palace, la cantante israeliana ha reso omaggio alla canzone napoletana con il progetto «Noapolis»: quattordici brani che hanno fatto la storia della musica nostrana, da «Torna a Surriento» a «Tammuriata nera» passando per «Je te vurria vasà» ed «Era De Maggio». I proventi del concerto finanzieranno le prossime iniziative benefiche e culturali del club rotariano di Sorrento.

Dal 1995 a oggi, la kermesse è diventata un appuntamento irrinunciabile del cartellone di eventi natalizi di Sorrento proprio per il connubio tra musica d’autore e solidarietà: un mix capace di attirare l’attenzione di migliaia tra residenti e vacanzieri. A tenere a battesimo la prima edizione, il 28 dicembre del 1995, fu la Nuova Orchestra Scarlatti, seguita poi da altre formazioni di fama nazionale e mondiale: a cominciare dai Filarmonici dell’Accademia musicale di Santa Cecilia di Roma per finire con la Kiev National Simphony Orchestra e con la Banda musicale dei carabinieri, senza dimenticare le orchestre delle televisioni di Stato di Budapest, Mosca e San Pietroburgo. Tra i maestri chiamati a dirigere, spiccano Paolo Olmi, Jan Pierre Vallez e Nicola Giuliani, mentre tra i solisti figurano i pianisti François Joel Thioller, Cristina Ortiz e Katia Skanavi, oltre ai violinisti Giovanni Angeleri, Domenico Nordico e Ning Feng. Grazie all’impegno degli organizzatori e degli sponsor, e soprattutto alla generosità del pubblico di Sorrento, i proventi delle 19 edizioni del concerto hanno consentito di realizzare progetti importanti in Italia e all’estero: un reparto di ortopedia nel Togo, una serie di pozzi nel Congo, strutture per bambini e giovani madri in Somalia. I fondi sono serviti anche per sostenere le attività di Croce Rossa, Telefono Azzurro e Pellicano, oltre che per promuovere le iniziative culturali del museo Correale e il restauro della basilica di Sant’Antonino. Entusiasta Baldo Liguoro, che da luglio è tornato alla guida del club di Sorrento: «La ruota del Rotary gira e punta a coinvolgere chiunque si mostri sensibile al suo richiamo e voglia quindi testimoniare il proprio impegno a favore delle persone meno fortunate, anche in occasioni frivole come un concerto – spiega Liguoro – La musica, d’altra parte, rasserena il pubblico e lo rende più disponibile a comprendere le difficoltà di quanti versano in condizioni di disagio economico, sociale e culturale». L’edizione 2014 del concerto di fine anno segnerà il rientro a Sorrento dell’oceanografo Giancarlo Spiezie, eletto a luglio governatore dei distretti rotariani di Campania, Calabria e territorio di Lauria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.