Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, Natale con l’ennesimo furto nel centro storico. Scassinata la cassa, rubate due mila euro

Più informazioni su

di Salvatore Caccaviello

Non si arresta la serie di furti ed ora anche  scippi nella nostra città ciò significa che la problematica sicurezza più volte sottovalutata dalle nostre Autorità sta diventando anche a Sorrento una vera  emergenza.

Sorrento – A pochi giorni dallo scippo ,ai danni di una  anziana donna  in Piazza della Vittoria, l’altra notte è stata la volta di un negozio nel centro storico della città a subire  l’ennesimo furto . Durante la notte i malviventi forzando una delle saracinesche si sono introdotti all’interno del negozio , di proprietà di un noto commerciante del centro storico, forzando la cassa hanno asportato  una somma superiore ai duemila euro. Il commerciante ,noto esponente di una associazione contro le illegalità, oltre a denunciare l’episodio ha manifestato il proprio scontento in modo concreto presso le Autorità competenti ,circa lo stato ormai di emergenza in cui è ridotta la nostra città. A tale proposito prossimamente non si escluderebbe una forte protesta ad un più alto livello istituzionale,da parte di cittadini ed associazioni presenti sul territorio comunale. – Ormai Sorrento oltre ad essere frequentata da turisti provenienti da tutto il mondo sembra  essere diventata una mèta molto ambita ,oltre che dalla malavita organizzata che vedrebbe nel nostro territorio un luogo ottimale dove investire, anche da parte della microcriminalità.  Molti sono i cittadini insoddisfatti dello stato in cui è ridotta la città dal punto di vista della sicurezza che per una località turistica a livello internazionale dovrebbe rappresentare una priorità. Purtroppo sia per gli Amministratori di Sorrento che degli altri comuni peninsulari  quella che ormai è senz’altro sentita da parte di cittadini e commercianti come una emergenza, continua insieme alle Autorità preposte alla vigilanza, ad essere ignorata.  Infatti oltre alla tutela del territorio relativa a fenomeni come l’abusivismo edilizio , l’inquinamento ed il rischio idrogeologico quella della microcriminalità, che tali continui episodi affermano di essere ormai una realtà ,sembra non essere contrastata con metodi e capacità giuste. Oltre alla mancanza di uomini e mezzi  lamentata da parte delle Forze dell’ Ordine bisognerebbe che comuni ricchi come quelli della penisola  investano  in modo concreto e sinergico nella sicurezza. Gli introiti della tassa di soggiorno che ancora non vengono completamente giustificati dal come vengono spesi potrebbero essere  una fonte da dove attingere per  garantire  la soluzione di tale problematica.  Una località sicura e controllata rappresenta senz’altro un ottimo biglietto da visita per promuovere la nostra economia turistica. Un messaggio rivolto anche ai prossimi  amministratori ai quali molti cittadini  chiedono un cambiamento radicale nel gestire la nostra città. Con nuove e competenti capacità professionali  onde garantire anche sotto tale aspetto un forte cambiamento che rompa definitivamente i ponti con un sistema ormai obsoleto  ed affaristico che tenta  ad ogni appuntamento elettorale  sotto varie forme di ripresentarsi per l’ennesima volta. 24 dicembre 2014 – salvatorecaccaviello positanonews.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.