Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Napoli. Piazza Dante, si staccano pietre dalla chiesa di S. Domenico. Una donna ferita e trasportata al Loreto Mare

Più informazioni su

Napoli. Piovono pietre dalla facciata di San Domenico Soriano a piazza Dante ed una donna di 54 anni resta ferita. Poteva andare peggio. La signora passeggiava in compagnia della figlia che, per fortuna, è stata solo sfiorata. Crollano ancora calcinacci dagli edifici storici della città e stavolta nel cuore di piazza Dante; a poche centinaia di metri dal luogo della grande tragedia, la morte assurda di un ragazzino a via Toledo, centrato alla testa. Quello di ieri è l’ennesimo incidente causato dalla mancanza di manutenzione di facciate ed edifici monumentali partenopei. Le due donne stavano passeggiando lungo il marciapiede su cui affaccia l’ex anagrafe, al civico 79 della piazza. I frammenti che hanno investito la 54enne si sono staccati da fregi del campanile centrandola soprattutto alle spalle ed alla schiena. Molta paura e qualche contusione. Dopo i soccorsi prestati alla vittima, trasferita dall’ambulanza del 118 all’ospedale Loreto Mare, sono intervenuti sul posto gli uomini della protezione civile, i vigili del fuoco e la polizia municipale. Come in tutti gli altri casi il primo intervento è stata la cosiddetta spicconatura per eliminare i residui pericolanti. Presto una nuova imbragatura metterà in sicurezza anche questa chiesa che dovrebbe sparire dietro i ponteggi come altre decine di facciate. «Pochi mesi fa un altro crollo, sempre dalla facciata della chiesa di San Domenico Soriano provocò il ferimento di una donna dello Sri Lanka» ricorda Antonio Pariante del comitato Portosalvo che denuncia la mancata manutenzione della chiesa e della maggior parte degli edifici storici dell’area dei Decumani. «Occorrerebbe – dice – un piano Marshall per l’edilizia storica e la messa in sicurezza». Nella memoria dei cittadini è vivo il ricordo di Salvatore Giordano, il 14enne ucciso a luglio scorso dai calcinacci caduti su via Toledo all’altezza della galleria Umberto I. Anche per questo ieri sera al momento dell’incidente, intorno alle 19, si è scatenato il panico tra i passanti. Mentre la donna era a terra c’era chi gridava alla gente di allontanarsi. L’esigenza di intervenire sull’edificio fu segnalata anche dai vertici della municipalità competente. «In passato abbiamo fatto appelli al Comune affinché intervenisse il prima possibile per la messa in sicurezza della chiesa» chiarisce Francesco Chirico, presidente della II Municipalità. «Ora l’urgenza è quella di ripristinare le condizioni di sicurezza dell’edificio per non penalizzare i commercianti di questo lato della piazza che è stato transennato, isolando alcune attività commerciali e rendendo di fatto impossibile la prosecuzione del loro lavoro, una condizione che non può e non deve permanere». Danneggiare il commercio a un passo dal Natale sarebbe la beffa da aggiungere al danno dell’incidente appena avvenuto, per questo i commercianti riuniti nel centro commerciale naturale borgo Dante & Decumani già stanno sollevando il problema. In questo caso è sul piede di guerra anche Chirico: «Bisogna tutelare il commercio soprattutto ad un passo dalle feste, non è ammissibile penalizzare i nostri piccoli imprenditori ed entro oggi le transenne vanno rimosse accertando la sicurezza della chiesa». (Melina Chiapparino – Il Mattino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.