Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Con OSSESSIONI PERICOLOSE di Pina Parisi domenica 7 dicembre è salotto letterario all’Artis Domus

Più informazioni su

Antonio Volpe, Adele Paturzo e Carlo Alfaro del Circolo Endas Penisola sorrentina danno appuntamento a tutti gli amanti degli incontri cine-letterari domenica 7 dicembre alle 19,30 all’Artis Domus Sorrento, in via Fuoro 85, col libro “Ossessioni pericolose” di Pina Parisi (KIMERIK Edizioni), un affascinante romanzo a metà tra thriller e noir, e il film “Nove regine” di Fabián Bielinsky, un noir argentino del 2000 che racconta la storia di due truffatori alle prese col “colpo della vita”, in un’Argentina sull’orlo del crack finanziario.
Il romanzo della Parisi, che sarà discusso da Lucrezia Trovato e Laura Del Piano, presidenti della Commissione Pari opportunità dei comuni rispettivamente di Sorrento e Sant’Agnello, si incentra sulla figura di Claudia, una donna sposata, con due gemelli di sette anni, che vive a Torino dove lavora presso uno studio notarile. La sua vita apparentemente somiglia a quella di tanti altri, ma Claudia nasconde un segreto: fin da bambina sente una voce nella sua testa a cui non sa dare una spiegazione. Questa voce le comunica ad un certo punto quello che lei già da un po’ di tempo fingeva di ignorare: il suo matrimonio è finito. Walter, suo marito, ormai da tre anni frequenta un’altra persona e la sua è una passione dolorosa e tormentata. Inizialmente la sua compagna pareva accontentarsi di quel rapporto clandestino ma adesso, stanca di essere relegata al ruolo di amante, chiede di consolidare la loro unione. Walter è combattuto. Unico discendente di un’aristocratica famiglia torinese, sa bene che se il suo legame venisse alla luce creerebbe uno scandalo dal quale sua madre, la nobile Adelaide Rebaudengo sarebbe distrutta perché Soledad, così si chiama la sua compagna, bellissima e conturbante, non è soltanto una cantante di nightclub, maestra del burlesque, ma nasconde un passato torbido e scabroso. Altro personaggio-chiave è Roberta, un giovane ispettore di polizia, che dietro l’aspetto delicato ed esile nasconde una personalità combattiva e violenta, ed è animata da un unico scopo: la vendetta. Quando aveva soltanto 13 anni suo padre è stato ammazzato sotto i suoi occhi, mentre erano ad una partita di calcio. L’indagine è stata ben presto conclusa e nessun colpevole ha pagato, e da quel momento per Roberta la vita è radicalmente cambiata. Quel terribile giorno assieme a suo padre è morta la sua parte migliore e da quelle ceneri è nata una donna spietata e tenace che persegue il crimine con una determinazione che va oltre gli ideali di giustizia. Lei è convinta che la tragica fine di suo padre, che all’epoca era commissario di polizia e stava indagando su un’importante organizzazione criminale, non sia stata un incidente e nel corso degli anni ha lavorato sodo per arrivare alla scoperta della verità, ma la verità può riservare molte sorprese. In questo caso porterà a galla una passione ossessiva e malata e la giovane poliziotta si troverà costretta a vivere un nuovo e più terribile orrore. Queste sono le due protagoniste che rappresentano il cuore della narrazione, ma accanto ad esse si muovono una miriade di vividi personaggi, come i genitori di Claudia, Domenico e Lina, emigranti cilentani che negli anni ’60 da Agropoli si trasferirscono a Torino irretiti dal miraggio del lavoro e del benessere che l’apertura della Fiat sembra promettere, sperando lontano dal paese d’origine di ricostruire il loro rapporto e dimenticare un passato doloroso, e Giacomo, un ex ispettore di polizia in pensione e che in passato è stato il collega e l’amico più fidato del commissario assassinato, un uomo passionale e caparbio. Una presentazione che sicuramente appassionerà gli amanti della lettura. (Utente dal Web)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.