Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Amalfi, crisi amministrativa: Sindaco cerca (invano) appoggio delle minoranze

Più informazioni su

(ANTEPRIMA) Proseguono le consultazioni del sindaco di Amalfi, Alfonso Del Pizzo, alla ricerca della fiducia per il prosieguo del mandato elettorale. Dopo la riunione con i reduci del proprio gruppo "Amalfi da Vivere", ieri il primo cittadino ha richiesto un incontro con i gruppi di minoranza che si è svolto in serata a Palazzo San Benedetto. Unico assente l'ex sindaco Antonio De Luca (impedito per motivi di lavoro) che ha fatto sapere di voler "risolvere" la pratica in Consiglio Comunale.

Giovanni TorreAndrea Amendola Antonietta Amatruda Del Pizzo ha chiesto un atto di responsabilità dei confronti della Città, che possa tenere in vita la propria amministrazione fino alla naturale scadenza del mandato in considerazione delle importanti opere pubbliche già finanziate per diversi milioni di euro.

I tre consiglieri hanno fatto notare come già due anni fa, in Consiglio Comunale e attraverso un pubblico manifesto, avevano mostrato disponibilità alla collaborazione attraverso un coinvolgimento attivo, specie sui grandi temi. Proposte che vennero rispedite al mittente. E in questa fase delicatissima non sarà certo chi ha sempre contestato l'azione amministrativa di Del Pizzo a salvarlo, anche perché si creerebbe grossa confusione tra gli elettori in virtù del fatto che l'implosione avvenuta nella squadra di governo non è scaturita da azioni imputabili alle minoranze.

Dunque nulla di fatto, con i tre consiglieri che a margine hanno suggerito la strada da intraprendere: dimissioni del Sindaco che avrebbe venti giorni di tempo per poterle ritirare qualora saranno i suoi ex collaboratori più stretti a fare macchine indietro in nome dell'agognato senso di responsabilità.

Dal canto proprio Del Pizzo, che sfrutterà il ponte dell'Immacolata per concedersi qualche giorno di riposo e meditazione lontano da Amalfi, è ostinato a convocare il Consiglio Comunale (le date immaginate tra il 20 e il 23 di dicembre) per giocarsi il tutto per tutto, e nel peggiore dei casi uscire dal Salone Morelli con l'onore delle armi. Proprio come auspica De Luca. Perché potrebbe anche essere quello il momento della sfiducia al termine di una lunga e aspra discussione.

Salvo che a staccare la spina, nelle prossime ore, non ci pensino direttamente gli otto consiglieri di minoranza che ad oggi, paradossalmente, rappresentano la maggioranza. La loro dimissioni congiunte dalla carica di consiglieri determinerebbero lo scioglimento ad oras del Consiglio Comunale di Amalfi, con il Prefetto che dovrà nominare un commissario ad acta allo scopo di reggere le sorti di Palazzo San Benedetto fino alle elezioni della primavera prossima. Queste le ipotesi più plausibili.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.