Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Alimuri. Una esplosione …con tanti significati…

Più informazioni su

…e la nave va….direbbe il grande Federico …poi alle 13,48…qualche minuto dopo l’orario previsto… un boato , un terribile boato -come se venisse dalle viscere della terra- e… finalmente viene giù il “mostro” di Alimuri, diventato tale nell’immaginario collettivo, parafulmine di tante altre brutture che dal dopoguerra ad oggi sono sorte in costiera sorrentina…ed hanno avuto sorte migliore rispetto all’hotel da 100 camere, piscina e solarium che sarebbe dovuto sorgere nella baia della Conca a Meta…di fronte la casa dell’ex potentissimo Ministro Antonio Gava…che inglobò una vecchia torre di avvistamento…e tanto altro ancora….Alle spalle l’altro ecomostro, il depuratore di Punta Gradelle …un vero scandalo a cielo aperto… da trent’anni ingoia soldi pubblici(di tutti noi contribuenti) e sputa fuori liquami maleodoranti quando c’è il troppo pieno…opera incompiuta, su cui dovrebbe indagare la Magistratura…Il 30 novembre 2014 resterà un data storica…non solo per il bel tempo , per il clima amicale vissuto sulla “Croazia Jet” ma per le emozioni vissute durante l’attesa …esplose insieme al botto dei 60 kg di tritolo…Non è retorica dire che è stato uno spettacolo da manuale che solo un buon regista drammatico poteva realizzare…dramma collettivo che ha avuto il suo acme con l’esplosione – in diretta TV – e la sua catarsi con le lacrime di commozione non solo di chi ha organizzato l’operazione demolizione ma di tanti cittadini “ospiti” ed “amici degli amici” che -insieme a giornalisti ed autorità- hanno vissuto la loro giornata di gloria…Qualcuno ha fatto come Nanni Moretti che in “Ecco Bombo” discettava “Mi si nota di più se vado o non vado?”…ma gli assenti hanno sempre torto…gioire collettivamente per questo evento in un’epoca dove le “good news” non fanno audience…può significare -come mi diceva il Sindaco Cinque- “ridare fiducia soprattutto ai giovani”…Fare dietrologia ora non serve, il tempo dirà se i nostri Garibaldi, Vittorio Emanuele e Cavour di oggi sono stati dei veri eroi …Noi ci accontentiamo di rivedere quella parete di roccia e quella spiaggia ripulite da quella bruttura…dopo cinquant’anni…e il nostro ricordo si vela di una lacrima ripensando i tempi quando le mamme portavano i lori bimbi a fare il bagnetto nel “catillo” dove l’acqua era pulita e calda, su quelle rocce levigate e bagnate dal sole… non c’era la fogna, non c’era “LUI”…ci si tuffava dallo “scoglione”(quando non era ancora diventato “il cavaliere”), si nuotava liberi nel canalone e gli innamorati portavano le lor belle a vedere il tramonto in questa ex cava che ora cinquant’anni dopo ha riascoltato lo scoppio tronituonante e rivisto i bagliori ed lampi delle mine…non più per scippare pietra per farne cemento ma- con la legge del contrappasso- per liberare quell’angolo di paradiso perduto dall’arroganza umana…e sulla sabbia sembra rivedere le orme delle comparse metesi e di grandi attori che nel 1961 girarono l’ultimo e forse migliore “peplum” della storia del cinema italiano…”Ercole alla conquista di Atlantide”…Nella scena finale , mentre Ercole ed i suoi compagni di ventura si allontanano vedono la montagna esplodere, coprendo con lava e zampilli l’isola, ormai destinata ad essere sommersa dai flutti del mare. Finché il sole tramontando non mette la parola fine a tutto. A quel punto si sente la voce di Ercole fuoricampo: «Nel Grande Stretto erigerò due colonne. Serviranno da mònito agli uomini a non avventurarsi nell’ignoto, e a non sfidare gli dèi»…Vale anche per noi oggi, dopo quest’ altra memorabile esplosione ….salutata con gesto liberatorio da sirene spiegate, applausi a scena aperta, lacrime di gioia, parole rotte dall’emozione, bimbi allegri, palloncini lanciati in aria… (Utente dal Web)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.