Quantcast

Positano omaggio a Kurt Craemer una targa per ricordare l´artista. VIDEO foto

Più informazioni su

 Positano, Costiera amalfitana  Il Comune di Positano, nel centenario della nascita di Kurt Craemer (2.3.1912 – 1.10.1961) pittore, disegnatore, illustratore, che visse a Positano dal 1941 al 1961, dopo aver promosso la Mostra Il Sud antico di Kurt Craemer, tenutasi nella Pinacoteca Civica dal 24 giugno al 26 agosto scorso, scoprirà una targa in ricordo del pittore il giorno 15 dicembre p. v., alle ore 12. Saranno presenti il sindaco di Positano Michele De Lucia e l’Amministrazione Comunale, il nipote dell’artista Christian Stegen, Matilde Romito, curatrice della Mostra, e i tanti che ancora ricordano la figura di un artista che, nonostante fosse costretto su una sedia a rotelle, scelse Positano come sua patria definitiva. La targa ceramica sarà affissa presso la casa di proprietà Savino all’inizio del rione Fornillo, chiamata “La Caterinetta”, dove Craemer visse dal 1951 al 1961. Il testo riportato sulla targa è tratto dal libro dello stesso Craemer, pubblicato postumo, Il mio Panoptikum del 1951: “Credo che Positano come pochi altri luoghi del nostro mondo occidentale abbia attratto persone con le quali valesse la pena di vivere, parlare, mangiare e bere insieme. A quel tempo cercavo sicurezza, allegria e libertà dal tempo di guerra, per quanto fosse possibile conquistare simili tesori mentre le leggi dell’umanità erano in dispregio. Oggi che scrivo queste righe posso solo dire che, superata la provvisorietà, mi sono talmente affezionato a questo luogo e alla sua gente che il pensiero di aspettare qui la fine dei miei giorni è diventato quasi un’ovvietà”.

Kurt Craemer (Saarbrücken 1912 – Paestum 1961). Fu allievo di Friedrich Ahlers-Hestemann e negli anni ’30 divenne allievo di Werner Heuses professore dell’ Accademia delle Belle Arti di Dusseldorf . Venne in Italia per la prima volta nel ‘32 per un breve soggiorno e nel ’34 si stabilì ad Ischia su invito di un amico. Affascinato dalla strepitosa bellezza dei luoghi e dalla semplicità degli isolani decise di stabilirsi nel Nostro Paese. Nel 1939 lo colpì la poliomelite che lo costrinse a vivere su una sedia a rotelle. In quell’ epoca viveva in una pensione di Firenze con l’amico Karli Sohn –Rethel ,in seguito si trasferì a Positano. Fu pittore e scrittore di gran talento e con un innato senso estetico. Oltre che pittore, Craemer fu anche un geniale illustratore e, tra l’altro, autore delle immagini dei racconti verghiani “Vita dei campi”. Craemer a Positano fondò una scuola di pittura. Malato e paraplegico non fu mai seriamente perseguitato dal pregiudizio razziale nazi-fascista perché inabile al lavoro in campo di concentramento. Morì improvvisamente a soli 49 anni nei pressi di Paestum nel 1961 in un incidente stradale.
Tra le sue opere “ Mein Panoptikum “ , uno spaccato della vita degli artisti tedeschi vissuti tra Ischia e Positano per sfuggire le ostilità del regime nazista.

Nel pomeriggio sarà visibile  il video dell’inaugurazione della targa con la testimonianza del nipote e di Matilde Romito di Positanonews TV cliccando su You Tube sopra o in questo link 

Più informazioni su

Commenti

Translate »