Quantcast

Positano Maria Lampo 64 anni di amore per la Moda foto

Più informazioni su

Un premio dall’Osservatorio del Parlamento Europeo a Maria Lampo, al secolo Maria Di Gennaro. La incontriamo nel negozio, sempre uguale, sorridente e lavoratrice. Una foto per Positanonews dove Maria mette in evidenza le sue mani, quelle mani che hanno lavorato a creare la Moda Positano e nello spirito pratico, nella velocità, nel comprendere le esigenze degli altri, dei turisti e non solo, ha avuto la sua forza, ma il segreto di tutto questo qual è? “E’ l’amore. Amo il mio lavoro, sono 64 anni d’amore…”. Capiamo 62 e interviene subito “No… 64 anni, non posso perdere due anni di quello che ho fatto, neanche un giorno… sono tutti giorni d’amore e di questi tanti condivisi con Alfonsino che voglio ricordare per il premio che mi daranno questa sera…”. Questa sera, infatti, il premio Ope (Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa) le verrà assegnato quale pioniera della moda Positano. L’alto riconoscimento sarà consegnato dal Presidente dell’ Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa, dott. Giuseppe Catapano, su proposta della Commissione Moda e Spettacolo dell’OPE, presieduta dalla giornalista di costume e moda Maria Parmegiani Alfonsi. Nella motivazione si legge: “A Maria Lampo che dal 1946 detiene il primato con i suoi modelli sempre all’avanguardia e fedele alle tradizioni”. Indubbiamente “Maria Lampo” è stato uno tra i primi negozi aperti a Positano dopo la seconda guerra mondiale, quando il paese era ancora un borgo di marinai. Il dopoguerra offriva ben poche rosee prospettive ma l’inventiva di Alfonso e Maria li portò ad esporre il cartello “SI ESEGUONO PANTALONI SU MISURA” all’entrata del loro piccolo negozietto. I clienti, incuriositi dal cartello entrarono nel negozio e, prese le misure, domandarono quanto tempo occorresse per realizzarli. La risposta li sorprese: “Andate a fare il bagno, tornate tra due ore e saranno pronti!!”. Pur poco convinti da tale affermazione, i clienti trascorsero le due ore alla spiaggia per poi ritornare al negozio dove trovarono i pantaloni pronti, perfetti al punto tale da portarli ad esclamare: . E da questa affermazione prende il nome il negozio; da quei “mitici” pantaloni tutto ha inizio e continua imperterrito nel tempo da più di cinquant’anni… In questi cinquant’anni la moda si è evoluta e trasformata con i suoi boom e clamorosi ritorni ma “MARIA LAMPO” ha saputo tenersi all’avanguardia ed offrire sempre e comunque capi raffinati e di tendenza che vestono dalla bimba alla ragazza, dalla donna alla signora anziana non tralasciando l’uomo, il ragazzo ed il bambino. Dalle sgargianti e vivaci fantasie di viscosa ai variopinti bandana di cotone, dal lino alla garza al cinzato; la vasta gamma di articoli offerti è pronta a soddisfare ogni tipo di esigenza. E’ quindi impossibile visitare il negozio senza restar colpiti dai molteplici colori dei tessuti e dalle particolarità dei modelli che lo rendono unico nel suo genere e, complice l’incantevole scenario di Positano, famoso nel mondo. Dustin Hoffmann, Massimo D’Apporto, Mara Venier, Gerry Scotti e Renzo Arbore sono solo alcuni degli assidui visitatori del negozio… Ma fra i tanti segreti del loro successo ci sono stati tanti umili lavoratori; alcuni li rivediamo in una foto degli anni Sessanta che alleghiamo, davanti alla quale non possiamo non provare un’emozione nel riconoscere persone care che vuoi con il filo, con la vecchia singer o con il ferro a stiro a vapore hanno contribuito, con Maria Lampo e don Alfonso, a fare la storia di questo nostro beneamato paese. Voglio pensare che nel premio che riceverà Maria c’è anche un loro pezzetto e li immagino, mentre ci sono sempre vicini, sorridere da lassù…

Michele Cinque

Più informazioni su

Commenti

Translate »