Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

BOSCOREALE PROTESTA ANTIDISCARICA CON LA CARFAGNA. VIDEO

Più informazioni su

Anteprima di Positanonews . Il Ministro Mara Carfagna è stata in serata a Boscoreale per un incontro pubblico sulla discarica (la seconda) nel Parco Nazionale del Vesuvio. Terzigno, sede individuata, una volta era un’oasi e tuttora un posto pieno di ricchezze ambientali e umane.Il 30 dicembre scorso la maggioranza degli enti che parteciparono a un’ apposita conferenza di servizi, convocata da Bertolaso, disse che la seconda discarica nel Parco Vesuvio non si doveva fare, esprimendo parere negativo alla valutazione di impatto ambientale. Ebbene, il Consiglio dei ministri ha ribaltato il parere, spiegando che la discarica nella cava Vitello può essere realizzata. Un parere che viene pronunciato «tenuto conto della sostenibilità ambientale dell’opera e valutato prevalente l’interesse pubblico ad avviare l’ esecuzione dei lavori in un sito considerato di valenza strategia per il superamento del contesto di emergenza rifiuti nella Regione Campania», così si legge nel documento inviato dalla Presidenza del consiglio dei ministri al Comune di Terzigno e all’ente Parco Nazionale del Vesuvio. Insomma, l’incubo del sito dei rifiuti nell’area protetta torna prepotentemente e se il 30 dicembre in sette (i comuni di Boscotrecase, Boscoreale e Torre Annunziata, il Parco Nazionale del Vesuvio, l’assessorato all’ambiente della Provincia, la Soprintendenza archeologica di Napoli e, a sorpresa, il Comune di Terzigno) erano riusciti a respingere l’ipotesi dell’impianto, stavolta la strada scelta dal Governo appare piuttosto blindata. La notizia ha mandato su tutte le furie il presidente del Parco Vesuvio, Ugo Leone, che usa parole durissime per esprimere il suo dissenso: «Un altro atto di prepotenza viene perpetrato nei confronti del Parco nazionale del Vesuvio, dei suoi cittadini, dei suoi produttori. Malgrado il parere negativo espresso il 30 dicembre dalla conferenza dei servizi, il Consiglio dei ministri ha dato il via all’apertura di una nuova discarica di rifiuti a Terzigno, in piena area naturale protetta. È paradossale una decisione del genere, se si considera che il Parco nazionale del Vesuvio è stato istituito 15 anni fa col compito istituzionale di tutelare la natura e la sua biodiversità. Per svolgere questo compito il ministero dell’ Ambiente ogni anno manda al Parco un finanziamento, sempre scarso e sempre più esiguo. Ebbene questa stessa fonte oggi autorizza l’apertura di una ulteriore discarica con costi ambientali, economici e sociali di inestimabile portata». Per Francesco Emilio Borrelli,commissario regionale dei Verdi per la Pace, «quello del governo è un vero e proprio atto di prevaricazione, considerato che la gestione dei rifiuti è passata alle Province per decreto». E mentre proprio oggi si discute al Tar del Lazio il merito della sentenza sulle via di accesso alla discarica, i comitati già promettono battaglia e si sono organizzati per nuove manifestazioni di protesta : una delle quali si e’ svolta ieri a Boscoreale,in piazza Pace,in occasione della visita del Ministro Mara Carfagna,” in tour ELETTORALE” nei comuni vesuviani. Ci si doveva aspettare che le popolazioni di quei luoghi siano un tantino arrabbiate e che,inevitabilmente,ci sarebbe stata qualche manifestazione di dissenso e di disapprovazione;il problema,pero,e’ che i comitati del NO alla Discarica unitamente alla rappresentanza dei Verdi capeggiata da Francesco Emilio Borrelli,presenti ieri in piazza Pace a Boscoreale solo per manifestare pacificamente contro le scelte scellerate del nostro Governo,sono stati letteralmente assaliti dalle forze dell’ordine.

IL VIDEO DELLA PROTESTA

 

Se qualcuno può carircare il video su You Tube ci mandi il link a redazione@positanonews.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.