Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ada Montellanico tribute to Billie Holiday

Più informazioni su

 

Domani sera, la vocalist, ospite dei Concerti d’estate di Villa Guariglia, affronterà in quartetto il repertorio di Lady Day per celebrare il cinquantesimo anniversario della sua scomparsa

 Di Billie Holiday è stato detto tutto. E’ stata definita la più grande cantante di Jazz mai vissuta, un mostro sacro, un mito. Incarna un simbolo complesso, misterioso ed intoccabile. Billie Holiday è stata vista come l’eroina del jazz ,simbolo della solitudine, vittima dell’  “American way of life” come donna, come nera e come cantante jazz ed il suo genio musicale sofisticato e prestigioso, come ineguagliabile. Si è detto che senza la sua influenza, il jazz avrebbe avuto un’evoluzione diversa, e il jazz che ascoltiamo oggi, forse non sarebbe lo stesso. La sua voce, che ha il dono della riconoscibilità al primo attacco, quale solo i grandissimi posseggono, tocca chiunque, anche chi non l’intende, perché il suo canto nasce direttamente dall’anima. L’anima di un essere umano molto profondo, che capisce la tristezza, la felicità, la solitudine, il successo. A “dire” qualcosa sull’ineffabile Lady Day, in questo particolare anno celebrativo del cinquantenario della sua scomparsa, sarà la voce di Ada Montellanico, domani sera, alle ore 21 sul palcoscenico dei “Concerti d’Estate di Villa Guariglia in Costiera dei Fiori”, la quale si presenterà in quartetto con Giovanni Ceccarelli al pianoforte, Pietro Ciancaglini al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria  insieme già per l’omaggio discografico 2008 pubblicato per l’Espresso, un omaggio ad una voce e a pagine che hanno scritto la storia della musica, tra cui il song “Strange Fruit”, inno al linciaggio degli schiavi del Sud. In programma una rilettura libera e creativa di un florilegio di song resi immortali da Billie Holiday, da “Lover Man”, il più eloquente dei Torch songs, quella confessione di impotenza, illuminata da un vibrante desiderio di felicità, con quel caratteristico frangersi della nota in un livido singhiozzo, “J cover the waterfront” con cui Billie attaccò il suo concerto alla Carnegie Hall, “The Man J love”, caratterizzata spesso dalla “sympatheia”, al contempo musicale ed esistenziale con Lester Young, del quale quest’anno ricorre il centenario della nascita e il cinquantenario della morte avvenuta qualche mese prima della sua Billie, e ancora “You’ve changed”, “Don’t explain”, “My Man”, “Willop weep for me”, “I’m trav’lin’ light” nelle cui interpretazioni si legge l’intera sua storia, attraverso il suo timbro, quasi parzialmente inespresso, un understatement prodigo di significati sotterranei, impalpabili, il suo arrivare sul “beat” in lieve ritardo e in estremo relax.Ada Montellanico non intenderà “avvicinare” la voce di Billie Holiday: impossibile e inutile! Non si può guardare così da vicino ad una figura, ad una tradizione che, nel ruolo della emotività, delle antinomie amore-odio, piacere-dolore, vita-morte, fa del jazz un linguaggio iniziatico e neo-romantico.Queste meravigliose melodie saranno affidate alla sua personale eloquenza, alla sua suprema naturalezza, al suo sottile gioco di colori, ombreggiature, modulazioni, oscillazioni tonali, alla ricerca di quella poetica, di quell’ atanor, carico di nascite, evocante quel climax struggente, intenso, sensuale, che è l’essenza di Billie Holiday, il cui canto rivivrà fino alla fine dei tempi, ogni qualvolta ciascuno di noi s’immergerà nella sua musica, nel suo “gioco d’Amore”.

Olga Chieffi

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.