Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Escursione da S.Maria del Castello (Vico Equense) al Vallone Porto di Positano con il circolo GEN di Legambiente – martedì 2 giugno

Più informazioni su

 

G.E.N.  – GRUPPO ESCURSIONISTI NATURALISTI
ITINERA  TREKKING  NATURA
20
09
 V° edizione


  martedì 2 giugno

 
”  Valle Pozzo e Vallone Porto di Positano
– da S.Maria del Castello – Moiano (Vico Equense) –

 

escursione didattico-naturalistica

Percorso: S.Maria del Castello – Valle Pozzo – Montepertuso – Arienzo – Vallone Porto – la Sponda (Positano) si prende autobus di linea per Sorrento – Meta

segnaletica: un breve tratto del Cai 00, poi Cai n°31, da Montepertuso in poi non segnato
lunghezza: 6,5 Km                                                       
dislivello:
200m in salita;    670m. in discesa          
durata:   3 h e 30 minuti intero percorso
difficoltà: media (E)
motivo di interesse: storico, geologico, naturalistico, panoramico, paesaggistico                                                      
approv. idrico: fontana a S.Maria del Castello, a Montepertuso, a Positano
abbigliamento: leggero. Consigliati copricapo e crema da sole; costume e asciuga per chi fà il bagno
pranzo: a sacco.
mezzi di trasporto: autobus di linea
direttori di escursione: Giuseppe Celentano e Luigi Mascolo

  

 

Descrizione: con il motto “due al prezzo di uno” si potrebbe pubblicizzare l’itinerario di martedì: la Valle Pozzo e il Vallone Porto di Positano. Due luoghi magici percorribili senza troppa fatica, dove il clima mite e la ricchezza d’acqua (non facile da trovare in quest’area) hanno favorito la crescita di una ricca vegetazione e di un altrettanto ricca fauna. La presenza di cascate e cascatelle e il microclima simile a quello del Vallone delle Ferriere con presenza di specie floristiche rare e della salamandrina dagli occhiali, valgono ad attribuire al Vallone Porto di Positano l’appellativo de “l’altro Vallone delle Ferriere”. Quì nidifica il falco pellegrino ed è il luogo dove l’imperatore Federico II era solito far catturare i falchi che poi venivano addestrati per la caccia.
 
Ma il Vallone Porto non è solo natura: presenta anche una ricca serie di emergenze storiche, artistiche e architettoniche. Sulla spiaggia di Arienzo posta proprio all’ingresso del Vallone è ancora oggi possibile osservare un mulino ad acqua alimentato dal fiume Porto che dà il nome al Vallone e che sfocia proprio ad Arienzo. Il mulino, a ruota orizzontale, è detto anche arabo perché furono gli arabi a portare in Italia tra il IX e il X sec. le conoscenze relative al particolare meccanismo costruttivo e di funzionamento. Positano, appartenente al Ducato di Amalfi, beneficiò delle particolari relazioni e rapporti commerciali che hanno consentito ad Amalfi di apprendere anche il procedimento di fabbricazione della carta. Il mulino, acquistato dallo scrittore russo Michail Semenoff, ha ospitato durante il 1900 il fior fiore dell’arte e della cultura europea: Gilbert Clavel (già divenuto proprietario della torre di difesa che sorge al termine della spiaggia di Fornillo e che da lui oggi prende il nome) Igor Stravinskij, Pablo Picasso, Jean Cocteau, Leonide Massine (divenuto in seguito acquirente dell’isola dei Galli). Nel  terreno circostante Semenoff mise a dimora piante rare, creò fontane (di cui una all’interno di una splendida nicchia absidata) e fece costruire un padiglione dalla caratteristica architettura moresca.
Purtroppo l’area, che presenta un ecosistema raro racchiuso tra alte pareti strapiombanti, è oggetto da anni di ripetuti tentativi di speculazione edilizia e interventi destinati a distruggere irreversibilmente le sue caratteristiche originarie. Tempo fà abbiamo sostenuto la petizione per salvare il Vallone Porto lanciata da una serie di associazioni ambientaliste e culturali locali, e dal giornale on-line “PositanoNews”.

Appuntamento: Piazza Circumvesuviana di Vico Equense ore 9,00
                        (per prendere autobus di linea per S.Maria del Castello)

                        

                         

Dare sempre un cenno di adesione, prenotandovi possibilmente entro la mattina del giorno precedente l’escursione!
Luogo degli appuntamenti, ora e itinerari potrebbero subire variazioni anche all’ultimo momento. Contattare:

Luigi Mascolo  cell. 333 5817668  e-mail: associazione-gen@libero.it

Amedeo Cacace  cell. 338 4825306  e-mail: camadeus@libero.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.