Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Amalfi, Salone Morelli del Palazzo Municipale il libro di Maria Russo foto

Più informazioni su

CENTRO DI CULTURA E STORIA AMALFITANA


COMUNE DI AMALFI


 


Presentazione del volume di Maria RUSSO


 


METAMORFOSI E ADATTAMENTO A NUOVO USO


DEL ‘MONISTERO DI DONNE NOBILI’


DELLA SS. TRINITA’ DI AMALFI


 


Amalfi, Salone Morelli del Palazzo San Benedetto


18 aprile 2009, ore 17.30


 


Manifestazione promossa nell’ambito dell’XI Settimana Nazionale della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali “La cultura è di tutti: partecipa anche tu” –


18-26 aprile 2009


 


Programma


 


Indirizzi di saluto:


Antonio DE LUCA


Sindaco di Amalfi


 


Giuseppe CAMERA


Assessore alla Cultura – Comune di Amalfi


 


Ezio FALCONE


Centro di Cultura e Storia Amalfitana


 


Presentazione del volume:


Giuseppe FIENGO, Seconda Università di Napoli


 


Al termine della serata, l’Autrice presenterà una serie di immagini in videoproiezioni illustranti la storia architettonica di Palazzo S. Benedetto


 


La molteplicità di insediamenti religiosi presenti sul territorio di Amalfi conferì notevole rilievo al problema della loro riutilizzazione, allorché vennero soppressi in età napoleonica e post-unitaria. Fondamentale per la difesa dei valori culturali e testimoniali risultò la destinazione assunta in seguito che, se da un lato consenti l’instaurarsi di nuove funzioni a servizio della collettività, dall’altro rese pressanti le istanze della tutela, in quanto, raramente gli indispensabili adattamenti vennero effettuati nel rispetto delle vetuste compagini, ma, piuttosto, con criteri prettamente utilitaristici.


La protezione attiva di questi organismi, spesso trattati come puri e semplici contenitori sui quali operare senza alcun vincolo, non può prescindere dalla conoscenza delle vicende storico-costruttive e dall’individuazione delle  componenti architettoniche e materico-strutturali.


Emblematico in tal senso è il caso del monastero della SS. Trinità, tra gli episodi architettonici più noti del luogo, per la posizione sul lungomare e per essere da oltre centoquarant’anni il centro direzionale civico.


Fu fondato nel 1580 ad esclusivo uso delle fanciulle del patriziato locale, che vi risiedettero fino al 1910, data del definitivo allontanamento. Abrogato in seguito alle leggi eversive del 1866, fu parzialmente occupato dal Comune e, progressivamente, dai più importanti uffici cittadini. Ripercorrerne le vicende restituisce un interessante spaccato sulla vita del tempo e sulle metamorfosi architettoniche, ma soprattutto urbane, che investirono l’antico tessuto edilizio a valle della cattedrale, avviate nel tardo Cinquecento e protrattesi fin quasi ai nostri giorni.


 


Informazioni:


Centro di Cultura e Storia Amalfitana


Supportico S. Andrea, 3


84011 Amalfi (SA)


Tel. 089.871170 – fax 089.873143


www.centrodiculturaestoriaamalfitana.it          


ccsa@amalficoast.it


 


 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.