Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

SORRENTO, LA CUTURA DELLE PALME IN UNA MOSTRA CONCORSO

Più informazioni su

ANTONINO SINISCALCHI Sorrento. È una tradizione senza tempo, quella delle palme di confetti. E per il terzo anno consecutivo si rinnova con una mostra-concorso ospitata nel salone principale di villa Fiorentino dal 6 al 12 aprile. La rassegna, promossa dalla Commissione per le pari opportunità del Comune di Sorrento, rispecchia l’entusiasmo di una tradizione che si rinnova, con le donne della costiera che creano dei veri e propri capolavori, considerati una feconda espressione dell’artigianato femminile nel segno della pace. Come fiori che sbocciano e dipingono la primavera, così i confetti, lavorati da mani sapienti, colorano la Pasqua sorrentina. La partecipazione alla mostra è aperta a tutti. Il concorso è articolato in tre sezioni: palme di confetti bianchi e argento, secondo l’antica tradizione e premierà le prime due classificate; palme di confetti colorati e palme di midollo di fico. Alle quattro composizioni (due per le palme di confetti bianchi e argento, una per ognuna delle altre due sezioni), più votate andrà un premio di 150 euro ciascuno. Tutte le palme devono essere realizzate nelle forme tradizionali: l’alberello (o palma col piede), il cestino e il ramo. Le palme dovranno essere consegnate a villa Fiorentino da lunedì a mercoledì prossimi, dalle ore 10 alle ore 13. La Commissione per le pari opportunità, nell’ottica di recuperare, tutelare e diffondere la cultura, la tradizione e l’artigianato di queste caratteristiche composizioni, ha promosso quest’anno anche un corso, ospitato sempre a Villa Fiorentino. Due maestre insegnano la tecnica di realizzazione di antichi modelli. Il corso è stato suddiviso in due sessioni: base per la scelta dei confetti, l’infilatura, il rivestimento del filo, la preparazione delle cartine; avanzato per il montaggio e la costruzione delle palme. Sulla storia delle palme di confetti in costiera, inoltre, verrà presentato domenica prossima, nella chiesa dei Servi di Maria, un libro di Maria Ercolano, che analizza il percorso antropologico e culturale di questa originale tradizione. Oggi pomeriggio, inoltre, una delegazione del Museo delle feste e delle tradizioni campane di Caserta, realizzerà un documentario filmato, con le testimonianze della presidente della Commissione comunale per le pari opportunità, Patricia Iaccarino, di Annunziata Berrino e Maria Ercolano, autrici di approfonditi studi sulla evoluzione storica delle palme di confetti. In costiera il successo di questa tradizione si accompagna alla diffusione di una leggenda: i confetti sarebbero stati il dono di una saracena, approdata sulla spiaggia di Marina Grande durante l’assedio turco, ad un pescatore di Sorrento, per aver avuto salva la vita. «Oggi – spiega Annunziata Berrino – questa leggenda ci invita non solo a interpretare le palme come segno di pace, ma anche e soprattutto a ricordare come l’incontro tra culture diverse sia occasione di arricchimento reciproco. Ma al di là della leggenda, certamente l’attuale tradizione delle palme di confetti, continua probabilmente una pratica dei primi del Novecento, le cui testimonianze iconografiche e documentarie ci auguriamo di poter raccogliere. Questa mostra vuole essere anche un ringraziamento alle donne che in penisola sorrentina hanno conservato, tutelato, affinato e tenuto in vita in questi decenni una tecnica artigianale, accontentandosi spesso solo di una gratificazione morale. A loro la Commissione per le pari opportunità dedica l’iniziativa, nell’intento di dare visibilità ed esprimere gratitudine per il contributo che con la loro maestria e con la loro arte offrono ogni anno alla tenuta delle tradizioni locali».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.