Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

pregare con i …salmi

Più informazioni su

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1\:*{behavior:url(#ieooui) }


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Pregare …con i Salmi

 

“ Spezza questa volta profonda

che copre la creazione…

Non vedrai sulla terra

Che l’ardente amore della fede

E l’umanità tutt’intera

Si prostrerà davanti a Te..

Tu non sentirai che lodi,

un concerto di gioia e d’amore,

simile a quello con cui i tuoi angeli

riempiono la tua eterna dimora.

E in questo osanna supremo

Tu vedrai al suono dei nostri canti,

fuggire il dubbio e la bestemmia

mentre la morte stessa

vi unirà i suoi ultimi accenti!”

                                              
(A.de Mousset, La speranza di Dio)

 

In questo canto bellissimo, il
poeta romantico francese de Mousset, chiede al Signore di affacciarsi alla
volta celeste: la sua apparizione gloriosa servirebbe dunque a far fuggire
lontano dall’uomo il dubbio e la bestemmia.  Ed
è  questa è anche l’invocazione dell’uomo
orante della Bibbia, quando chiede a Dio di accogliere il grido dei poveri,
convinto di accelerare con la sua supplica la venuta salvatrice di questo Dio
nella sua stessa vita. E la tradizione cristiana dovrebbe percepire una tale
richiesta, tutte le volte che si avvicina a quella gloriosa raccolta di
preghiere e poesie bibliche chiamato Salmi,

Nella Bibbia ebraica, per
designare i salmi si usa  il termine
Thillim, plurale irregolare di thillà, che in ebraico significa lode. Nella
Bibbia dei LXX invece, quella che leggiamo noi, il termine salmo e quello di
salterio derivano entrambi dal greco: Psalterion che è uno strumento a corde,
mentre psalmos è il canto accompagnato da tale strumento.(In ebraico il canto
con accompagnamento musicale si chiama mizmor).Quindi è chiaro che la prima
osservazione da fare è che per il cristiano, i salmi non si leggono con gli
occhi, ma dovrebbero essere cantati e recitati.

I salmi sono 150, e stando alla
tradizione, 48 sono anonimi, 73 sono attribuiti a re Davide, i rimanenti ad
autori vari Come scriveva S.Girolamo: “Davide è il nostro Simonide, il nostro
Pindaro, il nostro Alceo, e il nostro Sereno. E’ la lira che canta Cristo.”.

Ma cosa significa pregare con i
salmi?.

Significa riconoscersi
solidali con una storia di rivelazione-fede che attraversa i secoli dall’Antico
Testamento a Gesù.Significa ritrovare l’uomo di sempre con le sue esperienze di
vita. Significa evitare ogni banalità riguardo alla vita, in quanto la sua
drammacità viene messa in luce completamente anche dallo stesso linguaggio a
volte eccessivo dei salmi. Significa andare ad una scuola di realismo, dove chi
prega è l’uomo vero con le sue grandezze e miserie. Significa fare una lettura
cristologia dei salmi: il progetto umano che si manifesta nell’A.T in quanto
preghiera umana, è assunto e compiuto da Cristo. Significa una lettura anche
ecclesiologica, dove la Chiesa prega con i salmi, fa suoi i ringraziamenti e le
domande del singolo credente.

Pregare con i salmi significa
infine coniugare poesia e preghiera, in quanto essi sono formulati secondo i
criteri della poetica semitica. E credo che in questa quaresima varrebbe la
pena riscoprirne la bellezza.

E vorrei accentuare ancora di più
l’indiscusso valore dei salmi con le parole di un teologo, morto martire nel
carcere nazista di Flossenburg il sabato santo del 1945.” Si rimane sorpresi a
prima vista che nella Bibbia vi sia un libro di preghiere. La Bibbia non è
infatti tutta una parola di Dio rivolta a noi?Ora le preghiere sono parole
umane e perciò come possono trovarsi nella Bibbia? Se la Bibbia contiene un
libro di preghiere, dobbiamo dedurre che la parola di Dio non è soltanto quella
che Egli vuole rivolgere a noi, ma è anche quella che vuole sentirsi rivolgere
da noi”.

  E alla luce di queste bellissime parole
termino pregando con voi  una frase del
salmo 70:” Vieni a salvarmi o Dio, Signore vieni presto in mio aiuto”.( sal
70,1)

 

Trudy
Borriello

e-mail
:trudy.vitolo@fastwebnet.it

 

Tutti
i contenuti presenti nella sezione e negli articoli sono da considerarsi di
proprietà dell’autrice che se ne riserva tutti i diritti

 

 

 

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.