Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

AGRUMETI A SORRENTO, SALVIAMOLI. UUN CONVEGNO IL 17 FEBBRAIO

Più informazioni su

Sorrento – Un tavolo di
confronto con le categorie produttive e le amministrazioni comunali del
comprensorio per una strategia condivisa finalizzata a rilanciare il
settore agricolo e consolidare quello del turismo. È l’obiettivo
dell’incontro pubblico sul tema «Ambiente e Turismo: salviamo gli
agrumeti sorrentini», indetto dal Centro studi e ricerche Francis Marjon Crawford e dal Lions club international della penisola sorrentina in programma venerdì alle 17 all’Azienda di Soggiorno e Turismo. «Con questa nostra iniziativa – spiega Antonino De Angelis,
presidente del Centro Crawford – vogliamo aprire un confronto
finalizzato a individuare anche con il contributo degli operatori
culturali, le linee per una strategia condivisa capace di rianimare
l’agricoltura sorrentina». All’incontro sono stati invitati tutti i
sindaci della costiera da Vico Equense a
Massa Lubrense, insieme agli assessori all’agricoltura e alle attività
produttive. Previsto anche l’intervento dei responsabili delle
associazioni degli albergatori, degli agricoltori e della industria di
trasformazione (limoncello e affini) e della Fondazione Sorrento,
presieduta dall’armatore sorrentino Gianluigi Aponte, l’istituzione
fondata con lo scopo di valorizzare e diffondere l’immagine e la
cultura del comprensorio. La trasformazione del territorio, che ha
assunto ormai la connotazione di unico centro urbano, produce effetti
negativi sia sulla vivibilità che sulla tenuta dell’economia.
L’apertura di un tavolo di confronto tra le categorie economiche e
produttive del turismo e dell’agricoltura con le amministrazioni
comunali del comprensorio, secondo i promotori dell’iniziativa dovrebbe
consentire di programmare le linee per una strategia condivisa capace
di rianimare il settore agricolo e consolidare quello del turismo. Una
stretta alleanza fra le due economie: quella del turismo (più forte)
con quella agricola (nella sua parte ancora esistente), secondo i
rappresentanti del Centro Crawford e del Lions club penisola sorrentina
rappresenta l’unica condizione in grado di garantire anche la tenuta
dell’ambiente. «È indispensabile – sottolinea Giacomo Aiello,
presidente del Lions club penisola sorrentina – che gli operatori del
turismo, settore trainante, assumano gli agrumeti come struttura
complementare delle loro aziende, immettendola nel circuito turistico.
Gli agrumeti devono diventare il “monumento” in più per elevare la
qualità dell’offerta. Tutti i viaggiatori del diciannovesimo secolo e
di gran parte di quello successivo sono stati attratti da quella
immagine. Un valore paesaggistico e ambientale che ha contribuito a
costruire il mito di Sorrento. Un’immagine e un mito che oggi rischiamo
di perdere». (a. s. il Mattino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.