Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

POSITANO E LA SUA POLENTA…

Più informazioni su

E chi lo avrebbe detto che Positano in Costiera Amalfitana avesse una sua ricetta di polenta? Ce lo fa scoprire Francesco Fusco che ci sorprende sempre nella sua straordinaria sezione di foto che tutti possono ammirare. Molti non lo sanno ma la Divina non è solo Costa d’ Amalfi, ma anche montiera. Da questa cultura che, anche se sembra incredibile, è prima contadina e poi marinara, come simboleggia la volpe pescatrice, o Pistrice, sul campanile della Chiesa di Positano, nascono queste gustose ricette. Appropriate per il periodo..


Ingredienti:


uoss e´ puorc salat (ossa di maiale salate)


annogl (cotechino)


cothn (cotiche)


nzogn (sugna – strutto)


acqua di sorgente


sale marino grosso


minestra dell´orto: mnesta nir (minestra nera), vruocchl e´ natal (broccoli di natale), vruocchl calabres (broccoli calabresi), cappucc (verza), etc.


minestra selvaggiola: verracc (borragine), lattarol (tarassaco), cardill, cardon, etc.


tian e´ ramm (pentolone di rame)


tiell e´ ramm (padella di rame)


cucchiarella e lignamm (cucchiaione di legno)


cucina a legna


farina di mais


farina di semola


 


Preparazione:


Innanzittutto bisogna crescere o´ puorc (il maiale) per ricavare le ossa salate, le cotiche, il cotechino e la sugna. In alternativa procurarsi quanto occorre presso un amico che ha cresciuto o´ puorc.


 


Mettere a spognere (in ammollo) le ossa salate il giorno precedente.


Mettere a tian e´ ramm sulla cucina a legno con l´acqua di sorgente, l´uoss e pourc, e cothn e l´annogl, far bollire fino a quando il tutto è cotto.


Filtrare l´acqua di cottura per evitare che qualche ossicino possa rovinare il lavoro del dentista.


Rimettere a tian ngopp o´ fuoc (sul fuoco) e far bollire nell´acqua di cottura, precedentemente filtrata, la minestra tagliata a piccoli pezzi.


Aggiustare di sale ed aggiungere acqua se occorre.


Mescoliamo in un recipiente a parte la farina di mais e la farina di semola.


Quando la minestra e´ cotta versiamo il miscuglio di farina nel pentolone, una manciata alla volta facendola cadere a pioggia, rimestando continuamente con la cucchiarella fino a quando il composto si cuoce e si indurisce.


Il composto va versato in capienti piatti di portata per farlo raffreddare.


Una volta raffreddato va tagliato a listarelle sottili.


Mettere a tiell e´ ramm sul fuoco e versare un po´ di nzogn e friggere le listarelle di polenta fino a farle diventare croccanti.


Servire le listarelle di polenta appena tolte dal fuoco.


 


Buon Appetito


Positano la polenta positanese con le foto nella sezione di Francesco Fusco

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.