Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

CANIS SAPIENS

Più informazioni su

Il giorno in cui l’uomo incontrò il cane fu sicuramente un momento fortunato per entrambi. L’uomo trovò un valido alleato nei compiti per lui difficoltosi ed il cane trovò una tana sicura e cibo tutti i giorni, entrambi trovarono un amico.


 L’utilizzo del cane da parte dell’uomo è stato ed è vastissimo (guardia, difesa, pastorizia, protezione civile, ecc…). Inoltre, abbiamo tutti ascoltato storie commoventi di cani che hanno rischiato la vita, spesso perdendola, per salvare il padrone, cani che hanno sfidato le fiamme o affrontato viaggi estenuanti pur di rivedere il loro amico uomo.


Eppure ancora oggi i media denunciano quotidianamente casi di aggressioni nei confronti di uomini, spesso bambini, da parte di cani.


Ma come è possibile che un animale disposto a morire per salvare un uomo, possa anche essere così  pericoloso? La risposta non sembra importare molto al mondo politico e all’opinione pubblica, ci si limita ad additare questa o quella razza come “razza pericolosa”. Invece bisognerebbe comprendere che nessun cane nasce pericoloso in quanto tale, tutti però possono diventarlo. Ciò avviene perché, molto frequentemente, tra cane e padrone non si instaura un giusto rapporto e quindi manca quella comunicazione che è alla base di una buona convivenza.


L’associazione cinofila sportiva CANIS SAPIENS si propone come scopo quello di aiutare i proprietari di cani a comunicare in modo chiaro e corretto con i loro amici a quattro zampe al fine di ottenere un giusto rapporto basato sulla fiducia sulla comprensione e sulla collaborazione reciproca. Per questo motivo, i nostri corsi sono organizzati rigorosamente seguendo la formula cane/padrone, ciò significa che sarà lo stesso padrone, guidato da un istruttore, a “lavorare” con il proprio cane.


Il metodo sempre gentile da noi utilizzato si basa esclusivamente sulla “motivazione” e sul “rinforzo”. Il cane impara attraverso il gioco e memorizza tramite gratifica, il tutto in un contesto sereno e stimolante per entrambi.


Il nostro cane, infatti, ci farà compagnia per un periodo molto lungo e sta a noi cercare di fornirgli le migliori cure possibili garantendogli non solo cibo e cure mediche, ma anche quel giusto mix di attività psico-fisica di cui necessita per vivere al nostro fianco in modo equilibrato  e per poter essere indicato ancora una volta come “Il miglior amico dell’uomo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.