Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Il festival PIANO SOLO presenta Thomas Fortmann

Più informazioni su

VII FESTIVAL INTERNAZIONALE


“PIANO SOLO”


Presenta


THOMAS FORTMANN


Incontro con l’autore introdotto da Angelo Meriani e Paolo Francese


Dalle suggestioni del Rock alla Musica colta


“Guerrieri della Notte. Archetipi del subconscio”


Fisciano, Università di Salerno, martedì 16 dicembre, Facoltà di Lingue e Letterature straniere (Aula 11) ore 11 INGRESSO LIBERO   Info.:338/2219221


 


Piano Solo presenta Thomas Fortmann


Il compositore svizzero martedì 16 ospite dell’ateneo salernitano, illustrerà l’opera “I Guerrieri della Notte” che verrà eseguita in prima assoluta il 19 al salone dei Marmi.


Martedì 16 dicembre, alle ore 11, presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere (Aula 11) del campus di Fisciano, il Festival Internazionale Piano Solo, in collaborazione con l’ateneo salernitano, promuove un incontro con il compositore svizzero Thomas Fortmann, autore dell’opera “I Guerrieri della Notte”, che verrà eseguita in prima mondiale nel Salone dei Marmi di palazzo di Città il 19, a conclusione della rassegna pianistica. L’incontro introdotto da Paolo Francese e Angelo Meriani, verterà sul tema “Dalle suggestioni del Rock alla Musica colta: Guerrieri della Notte. Archetipi del subconscio”.


I “Guerrieri della Notte” è stato ispirato dai tredici guerrieri bronzei di Daniel Spoerri, opere ormai storiche, che documentano l’adesione dell’artista al Nouveau Realisme, simbolo di quella vocazione a inventare nuove immagini, a narrare nuove storie, partendo dagli oggetti comuni, banali e riassemblati in modo da dare vita a composizioni ricche di suggestioni.Dal punto di vista compositivo ed estetico, Fortmann ha unito il suo interesse per la numerologia all’amore per questi statue. La struttura formale è di tipo classico, ma racchiudente l‘espressività e l’energia che è alla base del fenomeno rock, un vero brogliaccio di appunti per aprire un ferace dialogo tra diversi linguaggi espressivi. Un’opera, questa che inizia e ritorna al numero zero: il contenitore di tutti i numeri, l’ordine primordiale dei procedimenti materiali e spirituali.


Dall’opera di C. G. Jung sappiamo che esiste una sincronia di comportamento tra l’essenza materiale e quella energetica. Se così è, di conseguenza devono esistere per ambedue degli antecedenti ordinatori comuni. Questi proto-ordinatori o archetipi si possono leggere attraverso i numeri. Se però questi numeri in sé sono un concetto astratto, essi raggiungono la concretezza attraverso i sensi, visivamente dalla geometria e acusticamente dagli intervalli. La loro sublimazione diventa per l’occhio l’arte visiva, per l’orecchio la musica. Quando Pitagora scrive di sentire l’armonia delle sfere, Keplero designa le orbite dei pianeti come «harmonices mundi» ed il sole di Goethe sorge suonando eternamente, hanno tutti ragione, perché esprimono il carattere del suono. Infatti, la mediazione tra l’essenza energetica e quella materiale, è ordinata in intervalli secondo i numeri che si formano dentro lo zero e che sono antecedenti a tutto.


Questi ordinatori archetipi non si manifestano come forze singole e solitarie, ma sono mescolate con altre, così come un accordo non si forma da un intervallo ma da due o più. Questa reciproca contaminazione rende difficile, se non impossibile, raggiungere una verità assoluta sul simbolismo dei numeri come per gli intervalli. Un occuparsi di numeri, intervalli e forme che porta ad una visione approfondita di un concetto che Pitagora nei suoi «Versi d’oro» esprime così:


 “Tu capirai l’essere e l’esistenza /E conoscerai, come è giusto che si conosca, che la Natura è una


e uguale a se stessa in tutte le cose”.


L’ Ufficio Stampa


Olga Chieffi   cell.:347/8814172


 


                                                                                           


 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.