Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Al Festival della Satira scocca l´ora di VINCINO

Più informazioni su

Festival della Satira: il giorno della Scrittura Satirica


Sarà Vincino il protagonista della giornata con la presentazione in anteprima nazionale del suo ultimo libro edita dalla Rizzoli, “Poteri Morti – da mani pulite a oggi – cartoline da un paese immobile”. Il 20 full immersion con i video satirici


 


La giornata del 19, sarà interamente dedicata agli scritti satirici. Appuntamento come d’abitudine, alle ore 10, nella salone del Gonfalone, ove incontreremo Giampiero Asara Cottu, autore di “Vaffangulag” e “Pacciani era l’Anticristo”, Luca Capannolo, autore di “Alla prima che mi fai ti licenzio e te ne vai”, unitamente a Carlo Cornaglia, autore de “Il grande gioco dell’oca della politica italiana”. Alle ore 17 verrà vissuto l’evento clou della rassegna con ospite d’onore Vincino, il noto vignettista del “Corriere della Sera”, il quale presenterà la sua ultima fatica edita dalla Rizzoli, “Poteri Morti – da mani pulite a oggi – cartoline da un paese immobile”. Sarà una risata che ci seppellirà, parola di Bakunin. Ma per Vincino la satira non è riuscita a seppellire proprio nessuno. Anzi, tutto ristagna nell’acquitrino politico chiamato Italia. Dove si bagnano i Poteri morti come li chiama il disegnatore siciliano nel titolare la raccolta di disegni e vignette, dal Foglio al Corriere, pubblicata da Rizzoli.
Prima o seconda repubblica non fa differenza, dal 1992 fino a oggi, partono dalla sua scrivania cartoline da un paese immobile, di cui c’è poco da riscattare. Un mondo venuto a galla «tra l’insopportabile mondo dei capi corrente che proliferavano sui cadaveri dei vecchi partiti, e la categoria dei sopravvissuti all’abominio di Mani Pulite» e che sulla sua strada negli anni Novanta ha trovato «un degno avversario che li sbaragliò e continua a sbaragliarli ancora».
Tutto ebbe inizio nel 1992, quando al secolo “Breve” si sostituì quello “Scarso”. Ecco allora l’armata dei partiti in rotta durante la lunga ritirata dell’inverno del ’93 (come nell’originale di Adolph Northen su Napoleone), in sella Craxi, in marcia si distinguono Andreotti e Occhetto, ma i più sono sfumati da una scompigliata china. Poteri morti è la via crucis divisa in quattro tappe – rivoluzione (92/95), confusione (96/98), balneazione (99/04), restaurazione (05/08) – di un’epoca che prometteva grandi cambiamenti e statisti all’altezza. E che ogni dieci anni ha visto Prodi e Berlusconi sfidarsi in una campagna elettorale per chi farà il presidente del Consiglio. «Chi ha fermato il tempo in Italia?» si chiede Vincino. Dal burrone di Mani Pulite, una strada interrotta tra il ’92 (l’anno di Falcone) e il ’93 da cui sono risorti in molti finiti poi sulle spiagge affollate a rimpiangere 4 metri di San Vittore, emergono personaggi zombi restii a cedere il passo al futuro: «Sono nato nel Novecento, tutti i miei amici sono del Novecento, che ci vado a fare nel Duemila?» si chiede un uomo camminando solitario. In questa “politic parade” si sbaglia a ogni passo, pure se dentro strategie di piccolo cabotaggio, ma le ricadute sono ancora più rovinose: è la fisica, scrive Vincino, altro che l’etica a governare la realtà delle cose.
Si sente «antico come i graffiti delle caverne, moderno come le icone del web». Vincino rinuncia quasi sempre all’idea di perfezione del disegno, rispecchiando la natura degli spazi e dei tempi concessi, gli interstizi dei quotidiani, come disegni nati sulla carta sempre a margine. Per tutti lo stesso spazio, nessuna ripetizione. La satira sarà pure un esercizio quotidiano ma non un dovere, per cui si può interrompere per un giorno la risata graffiante ad ogni costo, e mettersi a sognare la luna, i tropici, la primavera.


 Sabato 20 dicembre nella Sala Rossa del Casinò Sociale, dalle ore 10, si terrà una rassegna di video satirici con ospite speciale Javier Prato, film maker noto a tutto il popolo di Youtube (ricordiamo Jesus Christ – The Musical) per i suoi video anticonvenzionali e premiato negli Stati Uniti in diversi concorsi di cinematografia emergente e indipendente. I video in rassegna sono i contributi originali di autori intelligenti, folli e falsamente demenziali, accanto a lui, Gianluca Chiri con “Sarcastico”, Leonardo Facco  e la sua “Mastella card”, Peter D’Angelo e Rocco Martufi  con “Elezioni Europee 2009”, Marco Montini “Guida alle elezioni 2008, schede valide o nulle”, Roberto Ramaglia video da Tuttoscemo.com: “Ho venduto il mio voto – cellulare in cabina elettorale”; “Berlusconi e Veltroni faccia a faccia”; “Droga al governo”; “La canzone Oops”; “Berlusconi è in arresto”; e ancora,  Gaspare Russo con “Il futuro portavoce di Berlusconi”; “Il ministro della Propaganda”; “Rutelli”, Manolo Strimpelli e i suoi “Corti di Satira Politica”, “La leggenda del pianista in Vaticano”, “Balera messicana”, “Macumba politica – è tornato Silvio” e “Brillantina Fed”.


 Laura Iuppo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.