Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

DOMINA POSITANO, FESTA PER LA CHIUSURA DEL TERZO ANNO ORA SI ASPETTA IL CONVEGNO

Più informazioni su

Si è chiusa con una torta con tre candeline ed un clima di allegria e goliardia ieri  sera al Domina Royal di Positano la terza edizione della Domina Positano, la rassegna letteraria più lunga della costiera amalfitana ideata dal consigliere nazionale dell’ordine dei giornalisti  Angelo Ciaravolo portata avanti con Roberto Iliano direttore del Domina Royal ed è attesa per il convegno dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti per il 15 che vedrà la perla della costiera amalfitana segnare una importante pagina della storia del giornalismo con una discussione ed un documento cruciale per lo sviluppo della stampa in Italia. E’ stato Pietro Treccagnoli, giornalista de Il Mattino, con il romanzo “Non lo chiamano veleno”, edizione Mondadori, presentato dal giornalista Vincenzo Aiello, a chiudere la rassegna. Protagonisti della storia narrata nel suo giallo dal titolo “Non lo chiamano veleno”, edito da Avagliano. Un romanzo quanto mai attuale con spunti letterari quanto mai attuali, protagonisti  sono  i veleni che esalano dalle discariche fisiche e umane della città di Napoli e della sua devastata provincia: un «intreccio di vita e di morte, di sesso e di paura, di immondizia e di delizia» che si dipana in quella che un tempo era la Campania felix ed ora è una grande discarica, dove si muore perché si sa troppo o si vuole sapere troppo. A nord di Napoli, tra il mare e la campagna, Treccagnoli mette in scena un noir acido e felice, raccontato con una lingua nuova, fortemente creativa, che mescola italiano e dialetto, parole perdute e citazioni musicali e cinematografiche, un romanzo corale raccontato dai protagonisti che appassiona e avvince fino ad un inedito e soprendente finale. La serata è stata allietata dagli amici della rassegna riuniti in una specie di convivium nella straordinaria atmosfera creata dal direttore Iliano che ha avuto la brillante intuizione di ospitare la rassegna, dibattiti sul giornalismo contemporaneo, riflessioni sul mestiere con Pietro Treccagnoli, uno dei pochi entrati in redazione con una borsa di studio, ma momenti anche goliardici con battute, piano bar straordinario e una eccezionale  poesia ricordo della rassegna che pubblicheremo in questo stesso articolo. Il 15 ottobre poi, sempre organizzato da Angelo Ciaravolo, Positano e la costa d’Amalfi scriveranno una pagina storica per il giornalismo italiano con l’assemblea del consiglio dell’ordine nazionale del giornalismo che dovrà decidere sulla riforma da dare al mestiere del giornalista.


Michele Cinque

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.