Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Una mostra sulla marineria velica nel IXI secolo

Più informazioni su

 Piano di Sorrento – Villa Fondi


dal 28 settembre al 19 ottobre

Una mostra sulla marineria velica nel XIX secolo



Domenica 28 settembre, alle ore 11,00, nelle sale di Villa Fondi ci sarà inaugurazione della mostra LA MARINERIA VELICA DI PIANO DI SORRENTO NEL XIX SECOLO a cura della curata dalla Associazione di Studi, Ricerche e documentazione sulla Marineria della Penisola Sorrentina. L’esposizione resterà aperta fino al 19 ottobre ed i visitatori avranno l’opportunità di “navigare” attraverso l’iconografia e i documenti che testimoniano una rete economica e culturale che partendo dalla Penisola Sorrentina si diffuse in tutto il mondo.
L’obiettivo principale è quello di tentare di restituire alla memoria la consapevolezza del ruolo che hanno avuto ed hanno tuttora le attività legate al mare e alla navigazione in Penisola sorrentina.
Infatti questa Costa vanta almeno tre secoli di attività marittime. Non dimentichiamo che, nonostante il fatto che quasi tutte le società di navigazione – tranne la Mediterranean Shipping Company (MSC) – hanno le loro sedi fuori dalla penisola, il personale di bordo invece, specialmente ufficiali di coperta e di macchina, continua a essere in gran parte di provenienza sorrentina, dove è presente l’antico Istituto Nautico.
C’è una radicata cultura del mare che continua nella sua lunga tradizione grazie alle migliaia di persone che hanno navigato e continuano a farlo.
E la base di molte professioni, collegate alla navigazione e al commercio marittimo, proviene dagli antichi casati di armatori-capitani, che a centinaia tra il Settecento e l’Ottocento vararono e fecero navigare una flotta d’altura seconda, in Italia, solo a quella ligure. Ingegneri navali e assicuratori, agenti e broker marittimi, ufficiali della Marina Militare, piloti di porti e ufficiali delle capitanerie, dirigenti di scali marittimi, armatori e amministratori di società, commissari di armamento e commissari di bordo, docenti nelle università navali e degli istituti nautici e i tanti addetti al settore crocieristico in costante sviluppo.
Esse affondano le loro radici, nella secolare esperienza marinara tramandata per generazioni all’interno dei gruppi familiari nei palazzi con i portali di pietra, edificati dai loro avi grazie ai proventi della navigazione.
Grazie agli eredi dei casati armatoriali e marittimi, che hanno messo a disposizione documenti, foto, quadri, oggetti e soprattutto ricordi, che è stata possibile realizzare questa mostra.
Ripercorrendo idealmente la Rosa dei Venti, gli ideatori e realizzatori di questa mostra (Vincenzo Astarita, Giovanni Gugg, Carmela Iaccarino, Riccardo Iaccarino, Gioacchino Longobardo, Massimo Maresca, Nello Pane, Biagio Passaro) hanno sviluppato l’esposizione attraverso quattro temi: Navi, Uomini, Vita di bordo, Vita a terra, favorendo così una lettura incrociata tra i documenti esposti, nonché uno sguardo d’insieme che permette così di cogliere continuità e discontinuità in un fenomeno plurisecolare della cultura locale.

 

 

 

inserito da Annalisa Cinque

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.