Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

POSITANO PER LA FESTE DEL PESCE SONO COSE DA.. PAZZIARIELLO

Più informazioni su

L’organizzazione per la festa del Pesce a Positano in Costiera Amalfitana continua incessantemente, ieri un incontro fondamentale da Pupetto per l’organizzazione al quale ha partecipato anche positanonews che farà da media partner dell’evento. I veri protagonisti sono loro, i volontari, più di cento, che saranno tutti elencati a fine manifestazione, che si dedicheranno a questo momento di festa straordinario, da chi pulisce il pesce a chi lo distribuisce a tutte le fasi di questa XVII edizione alla quale tutti possono collaborare se vogliono. Ma una cosa alla volta, parliamo della musica. Sarà u pazziariello di Napoliextracomunitaria ad accogliere i turisti che arriveranno sabato 27 settembre a Positano per la Festa del Pesce a Fornillo, dalle 19 inizieranno il corteo da Piazza dei Mulini e faranno musica sul molo da dove ci si imbarcherà per la festa e li ad attendere i nostri ospiti ci saranno i Suoni Lavici. Oggi parliamo di loro, intanto invitiamo tutti a comprarsi i biglietti della lotteria della Festa del Pesce oltre che per i ricchi premi anche per la destinazione dei fondi che saranno dati tutti in beneficenza… Nella sezione eventi Costiera Amalfitana, dove raccogliamo i principali eventi da Amalfi, Ravello e Cetara,  altri pezzi.. UN APPELLO AL POPOLO DELLA RETE.. Ci servono foto della festa del pesce dell’anno scorso e video inseriti su You Tube per la campagna stampa.. mandate mail a cinquemi@michelecinque.191.it e info@positanonews.it


Ma come si presentano quelli di Napoliextracomunitaria?



“La vera musica popolare è un linguaggio che viene articolato realmente quando è funzionale alla collettività cui appartiene; essa è essenzialmente imperniata su linguaggi che hanno alla base un mito, un modello, un archetipo teso ad esorcizzare angosce, ansie ed inquietudini nate da quotidiane frustrazioni sessuali, di morte ed esistenziali.

Questi linguaggi, dai concetti antichi ma pur sempre nuovi, si diffondono e rivivono con sempre maggiore verve nel momento in cui una comunità in grado di recepirli incontra un esecutore capace di articolarli.

…questo è il nostro compito, il nostro impegno.

Grazie ad esso una Napoli diversa e lontana dagli stereotipi di pizza e mandolino, una Napoli vera, di tutti i giorni, dove la Cultura fa parte del vivere quotidiano, questa Napoli viene prepotentemente fuori e di bocca in bocca raggiunge migliaia di persone.
E cunti, e fatti ed aneddoti del passato che, per la loro intensità, non sono lontani dalle vicende e dalla vita di oggi.
NapoliExtraComunitaria




… NapoliExtraComunitaria nasce alla fine del 1995, affonda le proprie radici nella cultura contadina e popolare dell’hinterland vesuviano che costituisce l’humus dal quale trae origini il sistema di valori che ha fatto proprio.
La cultura tradizionale popolare (il canto, gli strumenti, i detti, i proverbi, i racconti, la gestualità) viene riproposta nel rispetto della tradizione ed in maniera letterale.
Il lavoro del gruppo si orienta all’individuazione delle strutture ritmiche, melodiche ed armoniche che permettono l’estemporaneità espressiva, cosa essenziale per un folklore non contaminato dalle mode e dalle mistificazioni; estemporaneità ovviamente basata su una conoscenza stilistica, fonica.
Nella zona vesuviana la cultura popolare è ben viva e lo scopo di NapoliExtraComunitaria è quello di restituire alla vita suoni, musiche e melodie del passato, non tralasciando l’inserimento di sonorità mediterranee oltre a essere una open-band di musicisti che salgono su questo treno in corsa per ogni volta una nuova grande avventura musicale e non solo.
NapoliExtraComunitaria è stata ospite, tra l’altro:
– 1° Festival Euromediterranea – Bolzano 1998
– Festival Internazionale di Buskers – Teramo 1999
– Piacere Molise 2000 – Isernia 2000
– Festival Internazionale “ Projekt Natur “ Vienna 2001
– Festival “ Xong 2001 ” terza edizione – Malles Venosta (BZ) 2001
– “Lezioni-concerti”all’interno delle Università di Urbino e Roma “La Sapienza” – 1999\2002
– Estate Nuscana 2003- Assessorato Cultura e Spettacolo Regione Campania
– “Maggio dei Monumenti” Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Napoli 2004;
– “VinIschia” Regione Campania, Provincia di Napoli, Az. Cura e Soggiorno d’Ischia 2004;
– “AGRICultura” Regione Campania, Provincia di NA, AV , BN, CE, SA ed E.R.S.A.C. 2004.
– FestAmbiente 2005 – Regione Campania, Provincia di Napoli,Parco Nazionale Vesuvio 2005
– Navigare con… gusto – Regione Campania Ass.to Agricoltura, Provincia di Salerno 2005
– “ Il Binario, viaggio nel territorio” con il patrocinio di tre ministeri: Ambiente, Attività Produttive ed Istruzione organizzata dalle associazioni “Ambiente in club” e “Sorella Natura” 2006;
– E…state con noi 2006 – Provincia di Napoli, Università del Vino della Campania, ArciMovie
– Festival “ Xong ’07 ” nona edizione – Malles Venosta (BZ) 2007
– Festa del Pesce – XVI edizione –Comune – Azienda Soggiorno e Turismo Positano (SA) 2007;
– THON. DOC. PROJECT. 4° Transnational Meeting – Dep. Etudes Univ.Sapienza Roma- Dir. Gen. Junta ANDALUSIA- Ventotene 2007;
Gli strumenti:
Tammorre, tamburello, crotali,tamburello basco, triangolo, trezza di campanelli, nacchere, putipù, piatti, rullante, triccabballacche, grancassa, chitarra, tamburi melodici, cembalo, scetavajasse, mandola, chitarra elettrica, ottavino, batteria, flauto traverso, sassofono, flauto dolce, basso elettrico.

Musicisti:
Lina Oratino: voce, nacchere, triccabballacche, scetavajasse;
Raffaele Del Prete: batteria;
Patrizio Amoroso: basso elettrico;
Maurizio Saccone: sax tenore e sax soprano;
Carmine Terracciano: chitarre, mandola, oud, voce, percussioni;
Pasquale Terracciano: voce, tammore, percussioni, tamburi a cornice;
Salvatore Terracciano: flauti, ottavino, percussioni.

Via Petrarca, 23 – 80038 Pomigliano d’Arco ( NA ) ITALIA tel. +39 081 8848935 cell. 368 600804 – 338 7138859 – 347 5272771 www.napoliextracomunitaria.it e-mail naexco@interfree.it


in concerto
EXTRA
l’hinterland vesuviano: la tradizione ‘e cunte, ‘e canti, fronne, filastrocche e tammurriate

NapoliExtraComunitaria nasce formato da Carmela Oratino (madre), Pasquale Terracciano (padre), Carmine e Salvatore (figli); attualmente l’organico risulta essere ampliato con la collaborazione di altri strumentisti: batteria, basso elettrico, sax tenore e contralto.
…Il percorso dello spettacolo si snoda attraverso l’evoluzione e il mutamento dei canti popolari e contadini; “E fronne ‘e limone , e canti a carrettiere, e canti a figliola” e tutto quanto serviva a comunicare nel mondo agreste nei secoli passati, fino alle sonorità etniche passando per le trasformazioni che hanno cambiato la forma ma non contaminato i contenuti oltre a canti tradizionale
Il gruppo propone brani tradizionali: fronne, canti ‘a carrettiere, canti a figliola, tammurriate; tratti dal lavoro discografico “EXTRA”, edito dalla Jumping Records nella loro versione originale per non smarrire le “nostre radici, la nostra storia” oltre a brani quali :“Jesce sole, Canto dei San Fedisti, , ‘A Rumba de scugnizzi, Fronna2, Tammurriata 2002, Fenesta ca lucive, Guerra, Tammurriata nera, ’A Cantata de Ciente Paise” che appartengono ad un nuovo progetto sulle sonorità del mediterraneo e sulla “contaminazione”.



Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.