Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

L´enigma degli avori medievali

Più informazioni su

Giovedì 20 dicembre alle ore 17:00, presso la Cattedrale normanna di San Matteo, si svolgerà un incontro di grande importanza culturale: l’inaugurazione della mostra “l’enigma degli avori medievali da Amalfi a Salerno”. La mostra vedrà la presentazione della più vasta e completa serie di opere eburnee del Medioevo cristiano esistente al mondo, insieme ad un itinerario tutto dedicato alla riscoperta della Salerno medievale, dei suoi spunti architettonici e dei suoi tipi decorativi. Le due attività (quella museale e quella relativa alla visita guidata) si rivelano complementari nel permettere al visitatore di rintracciare i collegamenti ed interpretare le suggestioni stilistiche tra l’aspetto “grafico”e quello “architettonico”. Le visite guidate gratuite sono state predisposte dalla Soprintendenza ed affidate all’impegno concreto delle Associazioni culturali salernitane: “Erchemperto”, “Il Centro Storico” e “Gruppo Archeologico Salernitano”. Le due iniziative ci condurranno in un periodo storico che vede protagoniste le città di Amalfi e Salerno nel quadro artistico-culturale europeo al culmine della sua maturità, quello che, con riguardo particolare alla scultura in avorio, si svolse fra la fine del secolo XI e la prima metà del XII nelle regioni italiane gravitanti sul Mediterraneo occidentale. La mostra, curata da Ferdinando Bologna, sviluppa un capitolo dell’arte medievale che ebbe per sedi privilegiate dapprima il Ducato di Amalfi, quindi la città di Salerno ai tempi in cui questa ascese, con l’avvento di Roberto il Guiscardo, a centro creativo e punto di riferimento politico-culturale dei già vasti dominii normanni. L’iniziativa, promossa e sostenuta dall’Assessorato al Turismo ed ai Beni Culturali della Regione Campania nell’ambito del programma dei grandi eventi attuato anche con risorse europee, è organizzata dalla Soprintendenza per i B.A.P.P.S.A.E. di Salerno e Avellino e dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. Il nucleo della mostra è costituito dal complesso di sessantasette tavolette d’avorio scolpito, che si conservano nel Museo diocesano di Salerno, appartenenti a un arredo liturgico di funzione e destinazione tuttora discusse, ma eseguito senza dubbi per la sede episcopale di Salerno. L’esposizione prevede anche opere di carattere laico, presenza per nulla in contraddizione con lo scopo della mostra che consiste appunto nel radunare intorno al nucleo principale anche elementi oggi presenti in musei e collezioni del mondo (Berlino, Boston, Budapest, Londra, Maastricht, New York, Parigi, Rouen, San Pietroburgo, Vienna, Zaragoza, Zurigo, Bologna, Celano, Farfa, Firenze, Milano, Napoli, Montevergine, Venosa ) al fine di giungere ad un’attendibile e realistica restituzione di ciò che dovevano essere i condizionamenti stilistici dell’area artistico-culturale di Amalfi e Salerno sul finire del secolo XI. tel. 0892573 245 – 213 info@avorisalerno.it www.avorisalerno.it Con ingresso libero tutti i giorni 9.00 / 17.00

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.