Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

DOMENICHE IN COSTA D´AMALFI

Più informazioni su

Cominciano con il villaggio di Lone le passeggiate dell’associazione culturale Transiti. Alle 10,30 di domenica 11 maggio comincerà il primo di sedici itinerari domenicali per luoghi meno conosciuti della Costiera Amalfitana con esperti e studiosi di fama, il primo “I villaggi di Tradizione.La Via Maestra dei Villlaggi” con Giuseppe Gargano, il maggior studioso Amalfitano. Rappresenta un suggestivo itinerario di altissimo valore storico. In passato costituiva la principale arteria di collegamento della costiera da Amalfi fino ad Agerola, utilizzata dal Medioevo agli inizi del ‘900, fin quando cioè non fu realizzato il tratto di statale Amalfi/Agerola nel 1935.

Per quanto a tratti interrotta dalla strada carrabile, che si è sovrapposta, la Via Maestra dei Villaggi rappresenta ancora un percorso di altissimo valore storico, che si articola per lo più su percorsi lastricati, con gradinate e scale, le stesse calcate da secoli.

Le domeniche in Costa d’Amalfi è un’iniziativa dell’associazione Culturale Transiti che con la collaborazione del Centro di Cultura e storia amalfitana, con storici locali ed esperti escursionisti, conduce cittadini e turisti alla scoperta dei villaggi, dei luoghi, sentieri che hanno un fascino e una storia particolare. Si parte domenica 11 maggio per conoscere meglio la frazione Lone di Amalfi, con la Via Maestra dei Villaggi, con i suoi anfratti, i suo scorci mozzafiato.

I piccoli centri, gli antichi casali e frazioni della Costiera, più di altri conservano caratteri originari, riconoscibili attraverso la configurazione stessa dei propri impianti urbanistici, delle strutture degli edifici, dei tratti paesistici ed esprimono uno “stile di vita” che li contraddistingue e che rappresenta la sommatoria di tutte le caratteristiche del vissuto di una località.


Gli altri appuntamenti prevedono tappe che fanno riferimento alle tipiche caratteristiche del paesaggio culturale tipico mediterraneo che costituiscono un Patrimonio Mondiale dell’Umanità, sviluppandosi in quello che era l’are della Antica Reppubblica Marinara d’Amalfi che comprendeva Positano, Ravello, Agerola, Gragnano,  Cetara e ricomprendeva i Monti Lattari e Capri, spesso in conflitto con Sorrento e Salerno, ma in pace con i paesi del Medio Oriente tanto che ancora oggi a Costantinopoli esiste una presenza amalfitana-


Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.