Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Settimana positiva per Piazza Affari, volata di Luxottica e Fiat

Più informazioni su

Per le Borse europee è stata una giornata di gloria, che diventa ancora più brillante se raffrontata alla debolezza di Wall Street che a metà seduta segna con l’indice S&P500 un calo dello 0,5% (Dow Jones -0,7%, Nasdaq -1,5%). La Borsa americana è turbata dai risultati deludenti di Microsoft e dalla caduta dell’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan al livello minimo dal 1982.

A Milano l’indice S&P/Mib è salito dell’1,2% con rialzi diffusi su tutto il listino, anche se con scambi ridotti a causa della giornata festiva. Queste le variazioni delle altre Borse: Londra +0,6%, Parigi +0,9%, Francoforte +1,1%.

Per la Borsa di Milano è stata la seconda settimana consecutiva positiva, anche se il guadagno è limitato allo 0,3%. Dall’inizio dell’anno la perdita dell’indice S&P/Mib è dell’11%.

In Europa il rialzo è stato trascinato dai titoli tecnologici (Stoxx del settore +3,9%), molto brillanti dopo i risultati di Ericsson migliori delle attese. Al buon andamento dei mercati ha contribuito anche il rafforzamento del dollaro a 1,565 contro l’euro, da 1,579 della sera precedente.

La positiva discesa del petrolio si è interrotta bruscamente sulla notizia di un attacco a una petroliera nel Golfo Persico e le quotazioni del Wti, che erano scese in giornata a 115 dollari al barile, sono risalite in serata a 118 dollari.

I buoni risultati di Ericsson , che ha battuto le stime di utile trimestrale, hanno messo le ali ai titoli tecnologici: mentre la stessa Ericsson, leader mondiale nelle reti per telecomunicazioni mobili, è salita del 16%, a Milano StM (STM.MI) ha guadagnato il 4,7% e a Parigi Alcatel-Lucent ha segnato un rialzo del 5,5%.

Fra le banche, MontePaschi (BMPS.MI) +2,1% è stata protagonista di una spettacolare inversione di rotta, forse anche per la mancata comprensione da parte del mercato dei termini dell’aumento di capitale da 4,9 miliardi di euro deciso ieri.Dopo una mattinata con forti perdite, che ha visto il titolo scendere al minimo di 2,5625 euro (-8%), il pomeriggio è stato all’insegna del recupero e poi del guadagno, con la chiusura a 2,85 euro.

E’ proseguito il rialzo di Unicredit (UCG.MI) +3,4%, dopo il guadagno del 3,2% messo a segno il giorno prima. Rialzi anche per BancoPopolare +1,2%, Mediobanca (MB.MI) +0,9%, PopolareMilano (PMI.MI) +2,6%.

Nel risparmio gestito BancaGenerali (BGN.MI) si è messa in evidenza con un rialzo del 4,9%.

Forte rialzo per Fiat (F.MI) che è salita del 5% dopo i risultai migliori delle attese annunciati ieri.

Il rafforzamento del dollaro ha spinto i titoli del made in Italy, premiando in particolare Luxottica (LUX.MI) che ha guadagnato il 7,6% dopo i risultati trimestrali in linea con le attese annunciati ieri: l’a.d. Andrea Guerra ha confermato gli obiettivi del piano industriale per l’intero 2008.
Bulgari (BUL.MI) +2,6%, Safilo (SFL.MI) +1,9%, Geox (GEO.MI) +2,6%, Tod’s (TOD.MI) +2,5%.

Bene anche Autogrill (AGL.MI) +2,7% e Lottomatica (LTO.MI) +2,8%.

TelecomItalia (TIT.MI) è salita del 3,4%.

Contrastati i petroliferi, con Eni (ENI.MI) in rialzo dell’1% e Saipem (SPM.MI) in calo dell’1,2%.

Nel settore immobiliare, spicca il +4% di Risanamento (RN.MI).

CLASSIFICA DELLA SETTIMANA. Il bilancio della settimana è contrassegnato dai forti rialzo di Luxottica +6,2%, StM +5,5%, Fiat +4,7%, Pirelli +3,7% e Unicredit +3,6%.

I titoli peggiori sono stati l’Espresso -11%, Parmalat -8,6%, Seat -5,7% e Telecom Italia -5,5%.

www.websim.it


Francesco Fusco


Promotore Finanziario

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.