La settimana della cultura

Più informazioni su

    Il Ministero dei Beni per le Attività Culturali ha scelto come slogan “La settimana della Cultura: una festa per tutti” con l’intento di coinvolgere e stimolare la partecipazione di tutti i cittadini italiani.

    L’evento nazionale metterà in vetrina la cultura italiana con eventi, spettacoli, mostre, laboratori, convegni, visite guidate, proiezioni cinematografiche, recitazioni, convegni, aperture straordinarie. Nel corso della settimana musei, monumenti e siti archeologici statali saranno accessibili gratuitamente e sarà possibile fruire di una grande varietà di iniziative in tutta Italia. I cittadini potranno riappropriarsi dell’arte, della cultura, del patrimonio seguendo le tracce della nostra storia e appassionandosi alle nuove espressioni di una cultura italiana quanto mai viva e vitale.

    L’evento ha oramai una storia trentennale e registra anno dopo anno un successo crescente di eventi e di partecipazione del pubblico. Particolarmante interessante per la sua originalità è l’iniziativa che avrà luogo nella serata di giovedi 27 marzo promosso dal Ministero per i Beni Culturali con l’obiettivo di sensibilizzare il paese e tutte le istituzioni sull’esigenza di presentare e promuovere “più cultura in televisione”.  Numerosi saranno gli eventi su tutto il territorio naziolale e chi porterà da casa il telecomando TV potrà partecipare a molte iniziative gratuitamente o con un forte sconto. Alla manifestazione aderiscono Istituzioni Pubbliche e Private, Enti Locali, nonché gli Istituti di Cultura Italiani all’estero.

    In Campania a Benevento giovedi 27 marzo alle ore 18.00 presso la sala conferenze della Bibliomediateca provinciale “A.Mellusi” è in programma il convegno “Festa per tutti… biblioteca in festa” dove verrà presentato ufficialmente al pubblico il Fondo cataloghi d’Arte: un articolato patrimonio bibliografico acquisito negli ultimi due anni. Nato da scambi con Istituzioni Culturali del territorio nazionale, il Fondo conta circa 800 volumi tra libri, monografie e cataloghi di mostre d’arte contemporanea.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »