Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

COSTIERA AMALFITANA, I RITI DELLA SETTIMANA SANTA

Più informazioni su

Luigi de Stefano


I riti della Settimana Santa costituiscono ancora un richiamo particolare per la Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina. Soprattutto i “Battenti” che rinnovano il folklore mitico delle processioni penitenziali la cui origine risale agli anni del Medioevo. Un’assidua preparazione, durante le sere d’inverno, per perfezionare i canti e le scene della Passione e per studiare le cadenze del lungo percorso, tra vicoli e scalinatelle, che ricorda il Dramma delle Redenzione. La sera del Giovedì e la mattina del Venerdì i pellegrinaggi, al chiarore delle fiaccole, si ripetono un po’ dappertutto e la gente li segue con pietà e devozione. A Minori, il clou della tradizione, con i “flagellanti” che ripercorrono le tappe della “Passione” accompagnandosi con mistici cori, di tipico sapore orientale, particolarmente ricchi di vocalizi e di melismi. Ma, anche ad Atrani, Scala, Cetara e Tramonti. A Positano, gli “incappucciati” salgono sino a Montepertuso e poi ridiscendono in Collegiata, giù alla marina, dove Gesù viene “schiodato” dalla Croce e posto alla venerazione dei fedeli. Ad Amalfi, venerdì sera, la solenne processione del Cristo morto che percorre le anguste vie del centro storico per raggiungere il “Sepolcro” allestito nella Chiesa di San Nicola al rione “Campolillo”. Tantissimi i cortei penitenziali anche in Penisola Sorrentina ma, tra i più antichi e suggestivi, vanno ricordati quelli di Sorrento che si svolgono al mattino ed alla sera del venerdì e che fanno capo, rispettivamente, alle Arciconfraternite di Santa Monica e del Cristo Morto. Non da meno gli altri che si tengono a Sant’Agnello, Meta, Vico Equense e Massalubrense. A Piano, sono addirittura cinque mentre a Gragnano l’appuntamento maggiormente atteso è per la processione del “Cristo incatenato”, in un’austera cornice di epoca romana, con la partecipazione di soldati, bighe, dignitari e popolani in costume.         

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.