Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Il 2008 anno di svolta per l´enologia salernitana

Più informazioni su

Il 2008 anno di svolta per l’enologia salernitana


E’ questo l’auspicio e la previsione che l’assessore provinciale all’Agricoltura, Corrado Martinangelo ha fatto in chiusura dell’edizione 2008 del Salotto del Vino di Cava de’ Tirreni. “L’enoteca provinciale vedrà la realizzazione di una rete di club di qualità in diversi luoghi della provincia, tra Salerno, Costiera Amalfitana, Cilento e Picentini”, ha affermato l’Assessore, “questo, insieme al progetto Tipico, che ha visto la luce già da qualche tempo, farà da volano per la svolta nella produzione e commercializzazione dei vini tipici locali. Finalmente i ristoratori che intendono acquisire il marchio provinciale sanno che per approvvigionarsi di materia prima salernitana possono rivolgersi al Centro Servizi di Olevano sul Tusciano. Questo è solo l’inizio di un processo di valorizzazione a 360 gradi che coinvolge aziende, ristoratori, enotecari, appassionati del vino ed addetti ai lavori”. Le entusiastiche dichiarazioni dell’assessore Martinangelo vengono all’indomani della chiusura della kermesse Salotto del Vino 2008 che, tenutasi nei giorni scorsi, è stata un vero successo con oltre 1500 visitatori e 22 aziende vitivinicole della provincia di Salerno in vetrina. La manifestazione, promossa dall’assessorato all’Agricoltura della provincia di Salerno e diventata ormai un appuntamento fisso nel calendario delle iniziative di Palazzo Sant’Agostino per la promozione delle eccellenze vitivinicole del comprensorio, è stata organizzata dall’Associazione Borgo di Terravecchia presieduta dal giornalista Luciano Pignataro e diretta da Helen Cataldo in collaborazione con Il Raggio di Luna, l’Ais Salerno, Fabbrica dei Sapori, Perlage e l’associazione Terra da Vino. Grande è stato l’interesse per il banco di assaggio a cui hanno partecipato le aziende Andrea Pagano di San Marzano sul Sarno; Apicella, Monte di Grazia e Reale di Tramonti; Barone e Rotolo di Rutino; Botti e Viticoltori Polito di Agropoli; Casa di Baal di Montecorvino Pugliano; De Conciliis di Prignano Cilento; Episcopio, Cantine A.Sammarco ed Ettore Sammarco di Ravello, I Vini del Cavaliere di Capaccio; Longo di Bellizzi; Luna Rossa di Montecorvino Rovella; Cammarano, Maffini e San Giovanni di Castellabate; Marisa Cuomo di Furore; Montevetrano di San Cipriano Picentino; Rizzo di Felitto; San Francesco di Tramonti; Terra di Vento di Pontecagnano Faiano. Al convegno su “I vini di Salerno, quale futuro nel mercato globale?” hanno partecipato, coordinati dalla giornalista enogastronoma Maristella Di Martino, il sindaco di Cava de’ Tirreni Luigi Gravagnuolo, Raffaele Ferraioli in qualità di presidente della Comunità Montana Costiera Amalfitana, l’assessore provinciale all’Agricoltura, Corrado Martinangelo, il consigliere con delega all’Agricoltura del comune di Cava de’ Tirreni Vincenzo Iacobucci ed Enzo Polito, presidente della Strada del Vino del Cilento.


                    MICHELE DE LUCIA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.