Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

CONTRAFFAZIONE. Moneta da 2 Euro: la più falsificata

Più informazioni su

Sono circa 96.000 le euromonete false ritirate nel corso del 2005 e 286.000 le banconote sequestrate nel solo secondo semestre dell’anno. Il dato relativo alle monete, seppure in crescita, si mantiene su livelli piuttosto bassi e comunque inferiori al totale dei falsi in circolazione prima dell’adozione dell’euro. Il maggior numero di contraffazioni riguarda la moneta da due euro ed è la faccia nazionale tedesca ad essere riprodotta più di frequente. Seguono, in ordine, quelle della Francia, della Spagna, del Belgio, dell’Italia, dei Paesi Bassi, dell’Irlanda, della Grecia e del Lussemburgo.


Operazioni dei servizi nazionali di polizia hanno permesso nello scorso anno il sequestro di 3.557 monete false prima della loro messa in circolazione e lo smantellamento di tre laboratori di falsari in Ungheria, Polonia e Bulgaria. Sono complessivamente undici i laboratori scoperti dal 2002. Gli organismi attivi nella lotta alla contraffazione sono diversi. I principali sono: l’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF), la Banca centrale europea (BCE), Europol, Interpol e le autorità nazionali competenti. L’OLAF, che è un ufficio della Commissione europea, ha il compito di intraprendere iniziative legislative nel settore, di svolgere attività di consulenza nei confronti degli Stati membri, di rispondere alle richieste di informazione del Parlamento europeo.


La Banca centrale europea realizza analisi tecniche dei falsi in circolazione in un centro specializzato collocato nella sede di Francoforte, archivia i dati tecnici e statistici dei pezzi contraffatti e li diffonde a tutti gli organismi coinvolti nella lotta contro questo tipo di frode.
Europol fornisce il suo supporto ai servizi nazionali di polizia facilitando lo scambio di informazioni e fornendo analisi operative e strategiche. L’ufficio fornisce anche un aiuto finanziario per le indagini in questo settore e, nel momento in cui gli Stati membri gli assegneranno ufficialmente questo compito, diverrà l’ufficio centrale per la lotta alla contraffazione dell’euro.


                                                                  Michele De Lucia


                                                                     

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.