Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

TRAMONTI AL VIA IL MOSTO DIVENTA VINO

Più informazioni su

Mercoledì 28 novembre alle ore 11


Conferenza Stampa di presentazione della II edizione de “Il Mosto che diventa Vino”


 


Un happening di due giorni con i sapori, le tradizione e il patrimonio vitivinicolo di Tramonti (Costa d’Amalfi) che ha nel suo vitigno autoctono Tintore il protagonista dello sviluppo territoriale


 


 


Visite guidate ai vigneti autoctoni, sorprendentemente a piede franco; una mostra mercato dedicata a tipicità e alle arti di Tramonti; una serie di degustazioni dei prodotti tipici e dei vini Doc della Costa d’Amalfi. Tutto in un week end. Precisamente l’1 e 2 dicembre quando il piccolo borgo di Gete di Tramonti, in Costa d’Amalfi, si mobiliterà per esaltare il suo vitigno Tintore che, seppur produttivo, risulta non essere ancora iscritto nel registro nazionale delle varietà di viti insieme con altre tipologie di uve cosiddette minori.


 


Ed proprio per spingere la classificazione del Tintore che l’Associazione Gete, con il contributo di Regione Campania, Provincia di Salerno e Comune di Tramonti, ha dato vita alla seconda edizione de “Il Mosto che diventa Vino”, l’happening con i sapori, le tradizioni e il patrimonio vitivinicolo di Tramonti. Inserita quest’anno nell’ambito degli eventi di Costiera dei Fiori, la manifestazione, a cui aderiscono le quattro cantine vinicole di Tramonti e alcuni ristoranti del paese che offriranno nei due giorni un menù fisso al costo di 20 euro, verrà presentata mercoledì 28 novembre (ore 11) presso la Sala Giunta della Provincia di Salerno.


 


Alla Conferenza Stampa parteciperanno il presidente della Provincia, Angelo Villani, l’assessore all’Agricoltura, Corrado Martinangelo, e il sindaco di Tramonti Armando Imperato, mentre la due giorni, che si aprirà con una tavola rotonda sulle prospettive del Tintore come volano di sviluppo della zona per poi proseguire con incontri del gusto e percorsi guidati attraverso il paesaggio culturale di Gete, verrà illustrata dal presidente dell’Associazione Gete, Antonio Giordano.


 


L’iniziativa, promossa dall’Associazione Gete, è nata la scorsa estate nell’omonima frazione di Tramonti dall’impegno di una ventina di soci (coltivatori e appassionati), e vuole far si che si proceda in tempi brevi al riconoscimento del secolare vitigno, ancora coltivato a piede franco tra i terrazzamenti di Tramonti, avviando così quel processo valorizzazione e classificazione di uno dei capisaldi del patrimonio ampelografico della Costiera Amalfitana, il Tintore.



La due giorni dedicata al vitigno autoctono e dal titolo “Il Mosto che diventa Vino”, programmata per il primo week end di dicembre intorno alla Cappella Rupestre del borgo montano (qui si sviluppa
Il percorso degli Asceti, sino alle Grotte, con un itinerario enogastronomico e una mostra-mercato delle produzioni tipiche e dei vini DOC “Costa d’Amalfi) vuole essere un viaggio nella cultura contadina dei luoghi, attraverso cui conoscere le fasi di produzione e i metodi di lavorazione dei pregiati vini DOC di Tramonti e scoprire le già acclarate potenzialità del centenario Tintore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.