Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Premio Rossellini a Maiori domani il film dei ragazzi di don Peppino Diana

Più informazioni su

Prosegue l’ottava edizione del Premio Roberto Rossellini@Maiori e domani 6 novembre il cartellone prevede alle ore 10,30, sempre presso l’Auditorium L’Incontro, la proiezione del film “Viva l’Italia” di Roberto Rossellini, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, preceduta dall’introduzione di Renzo Rossellini. Al centro Congressi Hotel Pietra di Luna, alle 20,30, si entrerà nel vivo della manifestazione con l’opera prima di Domenico Del Piano, con la sceneggiatura di Alfonsina Venditti, “Se non fosse mai accaduto”, un film per dire no alla camorra e alla violenza, prodotto dai ragazzi della parrocchia che fu di Don Peppino Diana, che racconta una vicenda quotidiana dalla quale emerge uno spaccato profondo d’umanità. La storia del film è di drammatica attualità, un ragazzo imprudente cade dal motorino e viene ricoverato in ospedale dove, lottando tra la vita e la morte, riscopre i valori essenziali della vita e dell’amicizia. Dopo la rassegna dello sbarco dei corti dell’associazione Posidonia ancora un pezzo di Positano che suggella il gemellaggio con la più importante manifestazione cinematografica della Costiera Amalfitana un’ originale performance teatrale dal titolo”Delitti esemplari di camorra” di Francesco Buonocore, a cura dell’associazione Positano Arte con la compagnia dei Murattori, arricchirà l’introduzione al film condotta dal giornalista Peppe Iannicelli. Sulla falsa riga dei delitti esemplari di Max Haub, viene messa in scena una piece teatrale dove realismo e surrealismo si confondono, dove la realtà supera di gran lunga la fantasia. Tra un sorriso e una risata, tra ironia e megalomania, tra una amara riflessione e la notizia
di un nuovo omicidio, si scopre che nulla di tutto cioè giustificabile, e che non c’è una ragione, ne mai ci
sarà. Se ci sono mille ragioni per vivere, non c’è nessuna ragione per uccidere.
Il 7 novembre alle 20,30 (Centro Congressi Hotel Pietra di Luna), la serata sarà incentrata sul tema della guerra in Iraq con la proiezione di “Hometown Baghdad”, un film low cost realizzato da quattro giovani iracheni che raccontano l’altra faccia dell’Iraq attraverso la vita quotidiana, un mondo fatto di lezioni all’università, di scherzi con gli amici, di cene in famiglia e di rock’n’roll, ma anche di guerra, follia e distruzione. A introdurre la proiezione il giornalista iracheno Erfan Rashid. Giovedì 8 novembre, (ore 20.30 Centro Congressi Pietra di Luna), sarà la volta di “Khuda Kay Live” (In the name of God) di Shoaib Mansoor. Il film parla della difficile situazione in cui i cittadini pakistani in particolare ed i musulmani in generale sono caduti dall’11 settembre in poi. Si racconta con il linguaggio semplice e popolare del musical, la storia di due fratelli schiacciati dall’integralismo da una parte e dalla diffidenza del mondo occidentale dall’altro, e vuole dimostrare come in Pakistan vi sia un largo fermento di intellettuali e società civile che nulla hanno a che vedere col pensiero radicale e il terrorismo. L’incontro con il regista Shoaib Mansoor sarà condotto dai giornalisti Natascia Festa e Erfan Rashid. Protagonista della serata del 9 novembre sarà il regista iraniano Abbas Kiarostami, che offrirà al pubblico, dopo la presentazione del giornalista Stefano de Stefano, il suo documentario “Roads of Kiarostami” e suoi recenti ed inediti cortometraggi. Cercando l’ispirazione nella sua stessa arte, Abbas Kiarostami, in Roads, riflette sulla potenza del paesaggio, che unisce austere immagini in bianco e nero, con riflessioni poetiche, musica impegnata ed una provocazione politica finale. Kiarostami, pluripremiato regista persiano, è autore singolare di un cinema profondamente umanista, dietro un’apparenza di semplicità assoluta, è abituato a lavorare con il minimo dei mezzi disponibili, in un paese pieno di problemi come l’Iran. È straordinario nel filmare i gesti più elementari e non si cura che in minima parte dell’aspetto tecnico, ingaggia soltanto attori non professionisti in molti casi presi dalla strada. Il 10 novembre alle 19.00, al Centro Congressi Hotel Pietra di Luna, ci sarà il galà di chiusura della manifestazione, nel corso del quale sarà assegnato il premio Rossellini e il Premio Canon, attribuito ad un artista distintosi, con la sua attività, per la particolare sensibilità alle problematiche sociali del nostro tempo. Esso sarà conferito quest’anno a Mario Monicelli, Abbas Kiarostami, Shoaib Mansoor, Amos Gitai e ai ragazzi di Casal di Principe, rappresentati da Domenico Del Piano. Il premio Rossellini insieme al Premio Canon sarà altresì attribuito alla Fandango Film per la produzione del film tratto dal libro “Gomorra” di Roberto Saviano con la regia di Matteo Garrone

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.