Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Unico Costiera: il biglietto della discordia

Più informazioni su

I già roventi mesi estivi sono stati letteralmente infuocati da una polemica sul nuovo sistema integrato del trasporto pubblico in vigore dal 21 giugno sul territorio della costiera sorrentino-amalfitana, che tra le novità più eclatanti, prevede l’emissione di un titolo di viaggio per i non residenti: “UnicoCostiera”.
In particolare, al costo di 5 euro e nell’arco di tempo di 24 ore, il biglietto turistico consente agli utenti di fruire dei pullman della Sita nonché degli autobus e dei treni della Circumvesuviana le cui linee sono comprese nei 19 comuni della penisola sorrentina (Agerola, Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Massa Lubrense, Meta di Sorrento, Minori, Positano, Piano di Sorrento, Praiano, Ravello, Salerno, Sant’Agnello, Scala, Sorrento e Vietri sul Mare). La logica del provvedimento adottato dal Consorzio Unico è quella di decongestionare la statale costiera dal traffico veicolare, per salvaguardare anche l’equilibrio ambientale di una zona che è stata dichiarata “Patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO” nel 1997.
Inoltre si è cercato di migliorare l’efficienza del servizio, sia con il potenziamento delle linee che con l’estensione degli orari. Accanto al trasporto viario si è incrementato anche quello marittimo (che però non rientra nel circuito UnicoCostiera), per cercare di sincronizzare al massimo le energie, visto che l’anno scorso gli utenti dei metrò del mare tra Amalfi, Positano e Sorrento sono stati circa 150.000 .
Le contestazioni al sistema non sono mancate. Innanzitutto si è criticata l’obbligatorietà del ticket per i turisti, costretti ad acquistare un titolo di viaggio del valore di 5 euro anche per effettuare una corsa semplice, la cui tariffa minima è di solo 1 euro.
In secondo luogo si è contestato il vincolo ad esibire un documento d’identità per certificare la residenza al momento dell’acquisto del biglietto, che appare una sorta di violazione della privacy. A protestare sono in tanti, dai comitati civici ai commercianti e naturalmente i diretti interessati, i turisti.
Il consigliere regionale Salvatore Gagliano di Alleanza Nazionale ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale ai trasporti Ennio Cascetta, che ha dichiarato: “Questo complesso sistema – come tutti quelli già istituiti negli anni scorsi – parte in via sperimentale e verrà dunque testato tra quattro mesi per constatarne i risultati ottenuti e applicare le eventuali modifiche necessarie.”
Alla fine le modifiche sono arrivate, anche se ai più non appaiono soddisfacenti.
Il consorzio ha ufficializzato che dal 1 agosto saranno introdotti due abbonamenti (mensile da 53 euro e settimanale da 20) oltre alle agevolazioni per i proprietari e gli affittuari di appartamenti non residenti nei comuni interessati dal biglietto Unico, che potranno comunque derogare al ticket da 5 euro esibendo un’apposita documentazione.
Questi ultimi potranno recarsi presso il comune di pertinenza e farsi rilasciare una certificazione di proprietà o di affitto. Il certificato permetterà ai vacanzieri di godere degli stessi vantaggi riservati ai residenti, previa l’esibizione dello stesso documento all’atto del controllo a bordo. L’agevolazione è estesa a tutti i componenti del nucleo familiare, previa esibizione di uno stato di famiglia.
Certo, il procedimento appare quantomeno macchinoso, ma, ammessa la sperimentalità del sistema, si auspica che questo possa migliorare in efficienza e convenienza, anche perché è innegabile che il servizio di trasporto pubblico in costiera amalfitana fino ad ora non ha mai soddisfatto le esigenze degli utenti, residenti e non.

Florinda Fiordaliso

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.