Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

E´ arrivata la leonessa degli scacchi a Positano, Judit Polgar

Più informazioni su

 E’ arrivata la leonessa degli scacchi a Positano, Judit Polgar. Ospite del circolo di scacchi all’hotel Pupetto a Positano Judit Polgar è la più grande giocatrice della storia, l’unica a mettere in ginocchio i campioni uomini. Judit Polgar, la più grande giocatrice di scacchi della storia, è venuta dunque  in Costiera Amalfitana, a Positano, in Provincia di Salerno, è la seconda volta in Italia, a Roma per un torneo, la prima volta che viene nel Sud Italia e per una lunga permanenza. La Polgar, che raramente si concede per i tanti impegni scacchistici, ha accettato l’invito del Circolo Scacchistico di Positano e trascorrerà una settimana di vacanza, con i due figli (nati nel 2004 e nel 2006) e il marito, nella celebre località della Costiera amalfitana. Sabato 6 ottobre la 31enne grande maestra ungherese terrà una simultanea
contro gli allievi del ricco vivaio di Positano. “Siamo lieti di comunicare che la grande scacchista Judith Polgar, in seguito all’invito del nostro circolo per una breve vacanza a Positano, ha accettato di partecipare ad una simultanea che si terrà il 6 ottobre 2007. “La presenza della Sig.ra Polgar a Positano e la sua partecipazione alla simultanea, daranno un importante impulso al gioco degli scacchi in campania – dicono dal circolo scacchistito – , promuovendo l’impegno degli allievi che saranno gratificati dalla visita di un esponente del mondo scacchistico della elevatura della Sig.ra Polgar. Questo importante evento culturale e turistico apporter?alla cittadina di Positano e l’intera regione campania ulteriore prestigio nel mondo scacchistico. “Lei è sicuramente la pi?grande donna degli scacchi di tutta la storia – dice GEORGES bertola, giornalista da più di trentacinque anni nel mondo degli scacchi, fra cui  Europe Echecs  la pi?grande rivista francese del settore e Torre Cavallo Scacchi in Italia -, è stato molto importante suo padre che ha creduto nella forza del lavoro, ha creduto nelle sue tre figlie partendo dal principio che il talento non ?qualcosa che viene da fuori, ma che si pu?ottenere con gli sforzi e i sacrifici senza alcuna barriera di alcun tipo. Judit Polgar è un caso particolare, è voluta essere la migliore del mondo e  per un certo periodo lo è stata, arrivando ad essere a lungo fra i primi dieci giocatori del mondo. Adesso ha pi?tosto scelto di fare la vita di famiglia, in ogni caso ?la donna pi?forte al mondo.” “Sono felice di essere a Positano – dice Judit Polgar -, sono da sempre stata convinta di poter essere alla pari degli uomini e sono convinta che una donna pu?diventarlo e lo ho dimostrato, per una donna ?difficile perch?nbsp;ha anche la famiglia a cui pensare mentre per essere campioni del mondo bisogna dare tutto agli scacchi, totalmente, la mia scelta ?che non voglio rinunciare alla famiglia, sono soddisfatta di quello che ho fatto.” “Sono felice di essere risucito ad averla qua – dice Giulio Gargiulo del circolo scacchi di Positano -, sono anni che la inseguo, ogni iniziativa che facciamo riceve un nostro invito e lei gentilmente ci risponde, andai anche a Roma per vederla, non ci speravo pi?e quindi quando abbiamo saputo che lei riusciva a trovare uno spazio libero per Positano ne siamo stati felici.” Il circolo scacchi di Positano sta portando avanti un’attivit?benemerita, lezioni gratuite ai ragazzi delle scuole elementari e medie che hanno portato a far diventare la scuola media di Positano la migliore a livello nazionale e una ragazza del posto, Roberta Messina, a livelli europei. Una tradizione che si perde nella notte dei tempi quando esuli russi nello splendido isolamento di una Positano d’altri tempi passavano i loro pomeriggi sereni al sole giocando a scacchi e incuriosendo la gente semplice del posto.. Una bella storia che continua..


Michele Cinque




“Judit Polg? arrive in Positano in october (born July 23, 1976) is a Hungarian chess grandmaster. She is by far the strongest female chessplayer in history. In 1991, she achieved the title of Grandmaster (GM) at the age of 15 years and 4 months. She was, at that time, the youngest person to do so.Judit Polg? is Jewish, and from Budapest. Members of her family perished in the Holocaust, and her grandmother was a survivor of Auschwitz.She and her two older sisters, Grandmaster Zsuzsa and International Master Zs?ia, were part of an educational experiment carried out by their father L?zl?Polg?, in an attempt to prove that children could make exceptional achievements if trained in a specialist subject from a very early age. “Geniuses are made, not born,” was L?zl?s thesis. He and his wife Klara educated their three daughters at home, with chess as the specialist subject.The father also taught his three daughters i.a., the international language Esperanto.The rest of Judit’s family eventually emigrated (Zs?ia and her parents to Israel and later to Canada, Zsuzsa to New York), but she remained in Hungary and married Guszt? Fonts, a veterinary surgeon from Budapest.Polgar is ranked number 19 in the world on the July 2007 FIDE rating list with an Elo rating of 2707, the only woman on FIDE’s Top 100 Players list, and has been ranked as high as number eight. Polg? has defeated almost all the world’s top players, including former world #1 Veselin Topalov, and won a rapid chess game against Garry Kasparov, the former world champion and highest-rated chessplayer of all time. Since she achieved her GM rating, others have achieved GM at a younger age (Biografia fonte wikipedia)


Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.