Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Amalfi – Visita di sua Santità Bartolomeo I Patriarca Ecumenico di Costantinopoli

Più informazioni su

Dal grande albero di una comune fede in Cristo, in occasione del confronto ecumenico di tutte le Religioni del mondo ed in presenza del Papa Benedetto XVI, si stacca un ramo significativo che, sospinto da una forte speranza di riconciliazione e di pace, s’invola verso Amalfi. Lunedì 22 ottobre 2007 alle ore 17,30 sarà in visita in questa Città Sua Santità Bartolomeo I Patriarca Ecumenico di Costantinopoli Primate della Chiesa Ortodossa Orientale È, senza dubbio, un avvenimento di grande spessore culturale e con proprie connotazioni politico-religiose, destinato ad entrare di diritto negli annali della Storia di questa gloriosa Città, repubblicana e marinara. Questo gesto, di amicizia e di sensibilità cristiana, assumerà, certamente, una particolare rilevanza nella dialettica del dialogo in corso sulla riconciliazione fra le Chiese di Roma e quella d’Oriente, considerato che, con la Traslazione da parte del Cardinale amalfitano Pietro Capuano del Corpo di S. Andrea, da Costantinopoli ad Amalfi, si acuirono ancor più i rapporti, già segnati dal grande Scisma del 1054, fra le due Chiese. Sua Santità Bartolomeo I giungerà via mare, da Napoli alle ore 17,30 approdando al molo centrale, detto Pennello, dove sarà accolto da tutte le Autorità, militari e civili, del territorio e dalle comunità della Diocesi, guidate dai rispettivi Sindaci e Parroci. Presso il Salone Morelli del Comune, il Sindaco dr. Antonio De Luca conferirà all’illustre Ospite la cittadinanza onoraria e consegnerà le chiavi della Città. Poi, preceduto dal corteo storico e dagli sbandieratori di Cava de’ Tirreni, S. S: Bartolomeo I si porterà a pregare sulla Tomba del Santo, che è anche Patrono della Chiesa Ortodossa Orientale. Questo evento vuole essere una prima tessera del più complesso mosaico del processo di riconciliazione cui se ne aggiungeranno altre, fra cui la visita di una Delegazione della Chiesa Ortodossa Russa che dovrebbe comprendere, come da protocollo in corso, anche il premier Wladimir Putin. Amalfi, non solo per un giorno, tornerà al centro del mondo.


****************************


Bartolomeo ad Amalfi dopo aver ricevuto la
cittadinanza secondo quanto avete già publicato
riceverà in dono dall’Arcivescovo di Amalfi Mons.
Orazio Soricelli, una reliquia dell’Apostolo
Andrea. Da stamattina nel Duomo si sta
approntando tutta la macchina organizzativa,
dall’aspetto tecnico a quello legato alla sicurezza.

Don Michele


 


 


Biografia di S.S. il Patriarca Ecumenico Bartolomeo I 


 


Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo I è nato nell’isola di Imbro il 29 febbraio 1940 da Christos e Merope Archontonis. Il suo nome di battesimo era Dimitrios. Dopo l’istruzione elementare nella sua terra natale e quella media superiore presso il ginnasio-liceo ‘’Zografio’’ di Costantinopoli, è entrato nella famosa Facoltà Teologica di Chalki, nella quale ha conseguito la laurea in teologia ‘’magna cum laude’’. Il 13 agosto 1961 è stato ordinato Diacono. Dal 1961 al 1963 ha assolto gli obblichi di leva col grado di ufficiale. Dal 1963 al 1968 ha conseguito, con borse di studio del Patriarcato Ecumenico, specializzazioni post-universitarie presso l’Istituto Orientale dell’Università Gregoriana di Roma, l’Istituto Ecumenico di Bossey (Svizzera) e l’Università di Monaco di Baviera. Ha conseguito il dottorato presso l’Istituto Orientale di Roma discutendo la tesi: ‘’La codificazione dei Canoni e dei Decreti canonici nella Chiesa Ortodossa’’.


 Di ritorno a Costantinopoli nel 1968, è stato nominato Vice-rettore della Facoltà Teologica di Chalki. Il 19 ttobre 1969 è stato ordinato Presbitero. Dopo sei mesi, il Patriarca Ecumenico Athenagora I, l’ha nominato Archimandrita. Nel 1972, quando è stato eletto Patriarca Ecumenico Dimitrios e creò l’Ufficio Patriarcale Particolare, ha chiamato come direttore l’Archimandrita Bartolomeo, che fu eletto Metropolita di Filadelfia nel Natale 1973. Rimase direttore di questo Ufficio fino alla sua elezione come Metropolita di Calcedonia (gennaio 1990). Dal marzo 1974 e fino alla sua elezione al Trono Patriarcale, è stato membro del Santo Sinodo, come anche di diverse Commissioni Sinodali. Dopo la morte del suo padre spirituale, il Metropolita Melitone di Calcedonia, è stato eletto all’unanimità Metropolita di Calcedonia. Il 22 ottobre 1991 viene eletto all’unanimità dal Santo Sinodo, Arcivescovo di Costantinopoli-Nuova Roma e Patriarca Ecumenico, intronizzato il 2 novembre. Conosce oltre la lingua greca, anche quella turca, latina, italiana, francese, inglese e tedesca. Ha pubblicato numerosi articoli, studi ed omelie ed ha tenuto conferenze in diverse città del mondo, su temi attuali o su temi che riguardano la sua specializzazione. E’ socio fondatore della ‘’Società del Diritto delle Chiese Orientali’’, di cui è stato per diversi anni Vice-presidente. E’ stato, inoltre, per quindici anni membro, e per otto anni Vice-presidente, della Commissione ‘’Fede e Costituzione’’ del Consiglio Mondiale delle Chiese. Ha partecipato alle Assemblee Generali del C.M.C. quarta (Uppsala 1968), sesta (Vancuver 1983) e settima (Canberra 1991). In quest’ultima è stato eletto membro delle Commissioni Centrale ed Esecutiva del C.M.C. Ha rappresentato il Patriarcato Ecumenico in numerosi convegni inter-ortodossi ed intr-cristiani, nonchè in missioni ufficiali presso il Governo Turco, Chiese Ortodosse ed eterodosse, diocesi del Patriarcato ed il Monte Athos. Nel 1990 ha presieduto a Ginevra la Commissione pan-ortodossa preparatoria del Santo e Grande Concilio della Chiesa Ortodossa, che ha esaminato il tema della diaspora ortodossa. E’ membro dell’Accademia Ortodossa di Creta e membro onorario della fondazione ‘’Pro Oriente’’ di Vienna. E’ Dottore honoris causa presso moltissime Università in Europa, America, Asia ed Australia.


 Subito dopo la sua elezione al trono Ecumenico di Costantinopoli, ha cominciato la sua opera, secondo le promesse tenute durante le dichiarazioni programmatiche davanti al Santo Sinodo e nel suo discorso d’intronizzazione. Così, per favorire l’unità e la collaborazione inter-ortodossa, ha convocato al Fanar la Prima Sinassi dei primati delle Chiese Ortodosse, che hanno rivolto un memorale messaggio alla Chiesa e al mondo, che fu caratterizzato come la voce unita dell’Ortodossia (Domenica dell’Ortodossia 1992). Ha ricevuto in visita ufficiale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, con cui ha organizzato a Chalki un Convegno dedicato alla salvaguardia dell’ambiente naturale. Durante un altro incontro con Sua Altezza Reale, a Buchingham Palace (novembre 1993), hanno ulteriormente sviluppato riflessioni e progetti sull’importantissima questione ecologica. Parallelamente ha costituito il Primo Settembre di ogni anno come giornata di preghiera per la salvaguardia del creato, iniziativa adottata poi da tutto il mondo ortodosso. Ha presieduto cinque Sinassi dei vescovi residenziali del trono Ecumenico (1992, 1994, 1996, 1998, 2002), come anche l’Assemblea Clerico-laicale di tutte le diocesi del trono (novembre 2000). Durante il suo pontificato è stata canonicamente ricostruita la Chiesa Autocefala di Albania (1992, 1998), è stato riativato l’Autonomo della Chiesa di Estonia (1996) ed è stata proclamata Autocefala la Chiesa Autonoma di Cechia e Slovachia (1998). Su decisione unanime del parlamento Europeo è stato inviato a parlare alla sua Assemblea plenaria come capo religioso (1994). Invitato, inoltre, ha tenuto dei discorsi all’Assemblea Plenaria dell’Unesco (1995), al Forum Economico Mondiale di Davos e al ‘’Forum 2000’’ di Praga (1999). Ha presieduto nell’isola di Patmos alle manifestazioni per l’anniversario dei 1900 anni del Libro dell’Apocalisse di San Giovanni Evangelista. Per questa occasione: a) ha convocato la Seconda Sinassi dei Primati delle Chiese Ortodosse, i quali hanno inviato al mondo un messaggio; b) ha organizzato il Primo Simposio Interinazionale Ecologico con argomento l’inquinamento dei mari; c) ha organizzato un Convegno Scientifico Internazionale sul Sacro Libro dell’Apocalisse (settembre 1995). Ha presieduto il Sacro Sinodo Maggiore convocato a Sofia per l’eliminazione dello scisma interno della Chiesa di Bulgaria (30 sett.-1 ott. 1998). Ha presieduto alla Terza Sinassi dei Primati delle Chiese Ortodosse tenutasi a Gerusalemme in occasione dei festeggiamenti per i 2000 anni della Nascita di Cristo (gennaio 2000), come anche a quelle a Fanar e a Nicea di Bitinia, in occasione della chiusura di questi festeggiamenti (dicembre 2000), con l’invio di messaggi analoghi alla Chiesa e al mondo. Ha partecipato a Simposi Internazionali Ecologici in Giappone, Inghilterra, Stati Uniti e Nepal ed ha organizzato con S.Ec. Jacques Santer il Secondo Simposio Internazionale Ecologico per la protezione del Mar Nero (settembre 1997), mentre con S.Ec. Romano Prodi, il Terzo Simposio Internazionale Ecologico per la protezione del Danubio (ottobre 1999), il Quarto Simposio per la protezione del Mar Adriatico (giugno 2002) e il Quinto per la protezione del Mar Baltico (giugno 2003), come anche l’Incontro Internazionale Interreligioso per la pace (Bruxelles, dicembre 2002). Ha compiuto visite ufficiali presso tutte le Chiese Ortodosse e le principali altre Chiese e Confessioni cristiane, molti Capi di Stato e Governi, Organismi intercristiani ed internazionali, le diocesi del Trono Ecumenico, Monte Athos ecc., mentre ha ricevuto a Fanar in visita ufficiale tutti i Primati delle Chiese Ortodosse locali e quasi tutti i Capi delle altre Chiese e Confessioni cristiane, nonchè quella di molti Capi di Stato, Capi di governo, Ministri, Parlamentari e Ambasciatori di diversi paesi del mondo e responsabili di organismi intercristiani, internazioni e di altre religioni. Fu conferito con l’alta onorificenza di molte Chiese, stati ed Organismi, con la medaglia d’oro del Congresso Americano e ha ricevuto premi internazionali per le sue attività ecologiche (New York, Oslo, Lihtenstain).


Festa d’onomastico: 11 giugno (San Bartolomeo Apostolo).



 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.