Quantcast

Gaetano Filangieri, giurista, pensatore, testimone di vita

Più informazioni su

Un convegno dedicato a Gaetano Filangieri. Si terrà sabato 8 alle 10,00 presso il Castello Giusso e vi prenderanno parte la Presidente del Consiglio Regionale Sandra Lonardo Mastella, il Presidente del Consiglio di Stato Mario Schinaia, il Ministro di Grazia e Giustizia Clemente Mastella, il sindaco di Vico Equense Gennaro Cinque, il vicesindaco e assessore al turismo Giuseppe Dilengite,  l’assessore alla cultura Ferdinando Astarita, il direttore dell’istituto Banco di Napoli Fondazione Aldo Pace, il Presidente Aggiunto Emerito Corte Suprema di Cassazione Raffaele Raimondi, la Presidente Associazione culturale N’Art Maria Savarese, il fotografo Mario Fermariello, il responsabile dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Giuseppe Fonseca, il Presidente Columbus Citizen Foundation Louis Tallarini, il Presidente Gaetano Filangieri Philosophical Society of America. A moderare sarà la giornalista del Mattino Donatella Trotta.

Sarà l’occasione per presentare il libro “Devotissimo ed obbligatissimo Gaetano Filangieri”, a cura di Maria Savarese e Maria Giovanna Gambara e la mostra fotografica di Mauro Fermariello.

“Tre anni fa la città di Vico Equense, in collaborazione con la Columbus Citizen Foundation, dedicò a Gaetano Filangieri un’intera giornata di studi- spiega il vicesindaco Giuseppe Dilengite- attraverso un convegno internazionale incentrato sui rapporti fra il giurista napoletano e Benjamin Franklin, rapporti non solo politici, ma di stima e di amicizia intellettuale; Filangieri e Franklin, due scienziati, due maestri della modernità, due testimoni di vita e di civiltà. Oggi con questa mostra fotografica e con questo libro si compie un ulteriore passo avanti nel saldare ancora di più il legame fra Vico Equense e Philapelphia, nella comune volontà di dare sempre maggior approfondimento ed attualità agli studi filangeriani”.

Mauro Fermariello ha realizzato un affascinante reportage sugli antichi luoghi in cui il giurista napoletano visse nella seconda metà del Settecento (Napoli, Cava dei Tirreni, Vico Equense) non rinunciando, però, anche ad uno sguardo alla Vico attuale, a cui l’artista è legato da affetto e da ricordi familiari.

La mostra è composta da circa trenta fotografie la cui parte principale  è dedicata alle immagini dei luoghi- simbolo della breve vita di Filangieri.

Più informazioni su

Commenti

Translate »