Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Etnofestival Lusitania: domenica sera Fiorella Mannoia all’Arena del Mare

Più informazioni su

 



“Le due culture, quella lusitano-brasiliana e quella latina hanno in comune l’amore e l’attenzione per la melodia: se c’è un filo diretto tra Brasile e Italia  è la musica”. Sono le parole con le quali Fiorella Mannoia annuncia il suo concerto di domenica sera all’Arena del Mare di Salerno (ore 21) nell’ambito dell’Etnofestival Lusitania, Evento In 2007 della regione Campania per Salerno e la sua provincia organizzato dall’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno. “La Campania – continua l’artista – è considerata da molti la patria italiana della melodia e dunque della cultura musicale, e rispetto alle altre regioni (ecco un altro punto di contatto con il Brasile) è abituata alle contaminazioni culturali di altri Paesi”. Dal generale al particolare: “Nella mia band ci sono due musicisti salernitani: Julian Mazzariello (pianoforte) e Dario Deidda (bassi elettrici, contrabbasso e armonica). Per me e per loro è un onore suonare in riva al mare, laddove Salerno è nata ed ha rappresentato un modello di sviluppo per millenni in tutto l’occidente”.


           


Fiorella Mannoia proporrà domenica sera al pubblico campano il suo ultimo lavoro “Onda Tropicale”. Sarà l’ultimo appuntamento del tour estivo inaugurato il 28 giugno a Pistoia. Lo spettacolo è strutturato su circa 25 brani. Botteghini Arena del Mare aperti dalle ore 18 – biglietto unico 15 euro.


 


“L’Etnofestival Lusitania – commenta l’amministratore dell’E.P.T. Gennaro Avella – inizia davvero alla grande: il concerto di Fiorella Mannoia sta attirando in città un gran numero di appassionati da tutta la Campania in un periodo di fine estate. Ciò ci conforta: in collaborazione con il Comune di Salerno e con la piena disponibilità dell’Amministrazione di Cava de’Tirreni stiamo strutturando un evento che potrebbe diventare fisso tra gli appuntamenti settembrini ed ottobrini di Salerno e della sua immediata provincia”.   


 


FIORELLA MANNOIA e ETNOFESTIVAL LUSITANIAIl 2007 di Fiorella Mannoia si è aperto con un Onda Tropicale Tour che ha entusiasmato i teatri italiani registrando ovunque il tutto esaurito. Un’onda musicale che ha incantato pubblico e critica, registrando ancora un aumento degli ammiratori dell’interprete romana. Ad ogni spettacolo di Onda Tropicale Tour ci sono state sorprese e alcune canzoni mai interpretate prima, che fanno parte del miglior repertorio italiano e internazionale, e altre che rimandano al suo prezioso vissuto musicale: Fiorella Mannoia ha saputo abituare il suo pubblico ad essere sempre più aperto alle novità e alle riletture musicali di un repertorio importante.


Negli ultimi anni Fiorella si è sempre più avvicinata alla musica brasiliana e al modello di comunicazione artistica che rappresenta: dopo averne accarezzato a lungo l’idea, ha affrontato il suo rapporto passionale con quel mondo, facendosene non soltanto interprete, ma anche fiera ambasciatrice.  Frutto concreto e maturo è il nuovo sorprendente album uscito lo scorso novembre, Onda Tropicale, che contiene undici brani scelti con cura dal rigoglioso repertorio brasiliano, ciascuno interpretato a due voci da Fiorella e da un  grande artista brasiliano.


Un viaggio nella musica, nella lingua e nella cultura brasiliana intrapreso con curiosità e leggerezza, con la determinazione e l’impegno tipici di un’artista rigorosa e appassionata, sempre meno prevedibile e in costante evoluzione. Onda Tropicale è stato definito dalla stessa Fiorella come “un canto d’amore per il Brasile” e sa regalare interpretazioni intense anche quando l’interprete si mette in gioco affrontando sonorità diverse che porta nel cuore da sempre.


 


Fiorella guida un live carico di energia, denso dei ritmi brasiliani del suo ultimo album. Ci si immerge nell’onda tropicale con Cravo e Canela, interpretata nell’album con Milton Nascimento: la musica tropicale rappresenta da sempre anche il simbolo dell’impegno sociale e politico della Mannoia, che canta con passione 13 di maggio di Caetano Veloso, brano che celebra l’abolizione della schiavitù in Brasile. Sempre forte della sua particolarissima voce omaggia Vinicius De Moraes (e contemporaneamente Ornella Vanoni, che l’ha portata al successo in Italia), riproponendo Senza paura nell’adattamento in italiano dell’indimenticato Sergio Bardotti e dedica un momento toccante alla Io che amo solo te di Sergio Endrigo, innamorato come lei del Brasile. C’è spazio anche per l’intensa interpretazione di C’è tempo,  la canzone che Fiorella aveva promesso più volte di voler “rubare” all’amico di sempre, Ivano Fossati.


Uno degli aspetti più interessanti del concerto è la sonorità latina degli arrangiamenti di molti dei suoi brani storici, proprio per cercare di dare una linea comune a tutto lo spettacolo.


Anche la band che accompagna Fiorella è in stato di grazia e nell’intero concerto rispecchia gli echi brasiliani del disco. Ne esce un suono compatto, ricco e vibrante. E l’onda accompagna il pubblico attraverso le suggestioni tipiche della musica brasiliana, dallo struggimento all’euforia: Fiorella non si risparmia, alternando atmosfere più rarefatte a ritmi più serrati. Ed il risultato è la grande energia che coinvolge l’artista e il pubblico che si entusiasma nelle trascinanti Mas, que nada, Sina e Mama Africa. Il finale è impreziosito dai brani irrinunciabili del suo repertorio: Sally, Il cielo d’Irlanda, Quello che le donne non dicono.


L’Onda Tropicale Tour potrebbe ospitare a sorpresa alcuni degli amici brasiliani coinvolti nel progetto: Chico Buarque, Caetano Veloso, Gilberto Gil, Djavan, Milton Nascimento, Lenine, Chico Cèsar, Jorge Benjor, Carlinhos Brown e Adriana Calcanhotto. La produzione artistica e gli arrangiamenti dell’intero concerto sono curati da Piero Fabrizi.


BAND – I  musicisti che accompagnano Fiorella nel suo viaggio musicale attraverso l’Italia sono: Massimo Fumanti (chitarre), Elio Rivagli (batteria e percussioni), Julian Mazzariello (pianoforte), Dario Deidda (bassi elettrici, contrabbasso e armonica), Diego Borotti (sax e flauti), Marco Brioschi (tromba e flicorno), Carlo Di Francesco (percussioni), Bruno Giordana (sax, fisarmonica e tastiere), Cristina Montanari e Emanuela Gramaglia (cori).


 


ETNOFESTIVAL LUSITANIA: prossimi appuntamenti –  L’Etnofestival Lusitania entra nel vivo:


 


Il 27 – 28 settembre alle ore 20 presso la Chiesa dell’Addolorata (Salerno) sarà inaugurata la sezione Letteratura con gli scrittori Pedro Rosa Mendes (Portogallo) e Luís Cardoso (Timor Est).


 


Il 4 ottobre ore 18 presso la Chiesa dell’Addolorata inaugurazione della sezione Mostre (artisti di tutti i Paesi coinvolti).


Il 4 ottobre  alle ore 21  il via, al Teatro delle Arti  (Salerno) alla sezione Teatro con la Prima nazionale “Un Fedele Ritratto (Teresa Cristina di Borbone): una napoletana imperatrice ai tropici” – Brasile Italia. 


 


Il 5 ottobre alle ore 19 presso la Chiesa dell’Addolorata (Salerno) per la sezione Convegni, presentazione cinema con il presidente del “Brasile Film Commission” Silvia Costa


Il 5 ottobre dalle ore 20 alle ore 22, presso il Cinema Augusteo (Salerno), al via la sezione Cinema con la proiezione  Overwhelming Women (Vinicius); 


Il 5 ottobre alle ore 21   presso la Chiesa dell’Addolorata il Paulo Sa Quarteto (Brasile) per la sezione Musica. 


 


Il 7 – 8 – 9 – 10 – 11 – 12 ottobre alle ore 17 presso la Chiesa dell’Addolorata  i laboratori di chitarra chorino, mandolino, cavaquinho, chitarra caipira, batida (Brasile).


 Info: 800213289


 


Ufficio stampa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.