Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano mostra di Alberto Testa 60 anni di Danza

Più informazioni su

REGIONE CAMPANIA – ASSESSORATO AL TURISMO E AI BENI CULTURALI
AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO DI POSITANO
COMUNE DI POSITANO
COMUNITA’ MONTANA PENISOLA AMALFITANA
CONFINDUSTRIA SALERNO
CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI SALERNO
UNIONE EUROPEA

TARGA D’ARGENTO DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
con il patrocinio di
AMBASCIATA DI FRANCIA IN ITALIA
In collaborazione con
ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA
Istituto di Alta Cultura
ASSOCIAZIONE CULTURALE CYPRAEA
ASSOCIAZIONE CULTURALE ATHENA PARTHENOS
MUSEO PARIGINO A ROMA

COMUNICATO STAMPA

A L B E R T O T E S T A
60ANNI DI DANZA

POSITANO
AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO
SALA DI RAPPRESENTANZA

1- 7 SETTEMBRE 2007

Nell’ambito della XXXVI edizione del Premio Positano Léonide Massine per l’Arte della Danza 2007 promosso dall’Azienda di Soggiorno e Turismo di Positano avrà luogo nella Sala di Rappresentanza dell’Ente, la mostra “Alberto Testa 60 anni di Danza”. Alberto Testa, ballerino, coreografo, critico, storico, saggista (tradotto in varie lingue) e direttore artistico di numerose e varie vicende culturali, ha insegnato Storia della Danza per trent’anni all’ Accademia Nazionale di Danza che recentemente gli ha intitolato un’aula del suo edificio e gli ha reso omaggio con uno Gala. Il Museo Parigino a Roma di cui Alberto Testa, di madre francese, è Membre d’Honneur, ha organizzato, a cura di Cesare Nissirio, una ricca mostra a lui dedicata che sarà allestita a Positano, dal 1 al 7 settembre, luogo del celebre Premio “Léonide Massine” per l’Arte della Danza, l’”Oscar” che Alberto Testa cura e dirige artisticamente da circa quarant’anni. Manifesti, bozzetti, fotografie, documenti, lettere, articoli, programmi di sala, pubblicazioni raccontano le tappe salienti di questo singolare personaggio, protagonista della cultura, dagli esordi torinesi dapprima con Grazioso Cecchetti poi con Susanna Egri; all’insegnamento presso l’Accademia di Danza, al Festival di Spoleto, alle sue varie esperienze nei maggiori teatri italiani da La Scala, al Regio di Torino, alla Fenice di Venezia, al Teatro dell’Opera di Roma. La rassegna annovera peraltro le numerose Istituzioni internazionali fra i quali spicca l’Opéra de Paris con le quali ha collaborato. Numerose infine le sue coreografie per i film di Luchino Visconti (Il Gattopardo) e di Franco Zeffirelli (La Traviata, Otello, Romeo e Giulietta, Gesù di Nazareth, Il Giovane Toscanini); la mostra termina con le recenti edizioni del Premio Positano Danza, sino al concorso di Spoleto nell’ambito della Settimana Internazionale della Danza 2007 di cui è fondatore (17 edizioni).

ALBERTO TESTA
Per un ventennio danzatore-interprete con alcuni dei più eminenti coreografi del nostro tempo tra i quali: Aurelio MiIloss, Léonide Massine, Susanna Egri, ecc.; in seguito ha svolto una intensa attività di coreografo. Sono sue le coreografie per i film: Il Gattopardo di Visconti, Romeo e Giulietta, Gesù di Nazareth, La Traviata, Otello e Il giovane Toscanini di Zeffirelli. Si è dedicato all’insegnamento (docente di Storia della Danza per un trentennio dal 1963 presso l’Accademia Nazionale di Danza in Roma) e alla critica (collaboratore del quotidiano La Repubblica dalla fondazione). Ha organizzato e curato Mostre di alto prestigio: Ricordo di Diaghilev, al Museo teatrale Alla Scala e al Teatro La Fenice di Venezia nel 1972; Balletto del Novecento alla Scala presso il Museo teatrale Alla Scala; Bicentenario della Scala al Palazzo Reale di Milano nel 1978; Ravel e il suo teatro nel 1975 ancora alla Scala; Sakharoff a La Versiliana nel 1984; Diaghilev e i Balletti di Montecarlo nel 1997 a Rieti e a Roma (Accademia Nazionale di Danza); e un’altra ancora al Palazzo Ducale di Gubbio in occasione del settantesimo anniversario della scomparsa di Diaghilev.Ideatore e curatore dei Concerti di Danza (1967, 1969, 1970) e della Maratona al Festival dei Due Mondi di Spoleto (a partire dal 1977 sino al 1988) con ripresa per il Festival 2001.Direttore artistico del Premio Positano “Léonide Massine” per l’Arte della Danza, (www.premiodanzapositano.eu) giunto quest’anno alla trentaseiesima edizione per il quale tre anni fa ha ottenuto la Targa d’Argento del Presidente della Repubblica. Cofondatore e direttore del Centro di Documentazione e Ricerca per la Danza di Torino. Consulente alla direzione di Danza della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma per l’annata 1988/89.Direttore artistico per tre edizioni della Maratona internazionale di Danza a San Pantaleo (Sardegna).Alcuni fra i più prestigiosi gruppi editoriali italiani ed europei si sono avvalsi della sua collaborazione: Curcio, Fabbri, De Agostini, Rizzoli, Ricordi, Garzanti, Baldini e Castoldi, Bordas, UTET. Ha collaborato per le principali enciclopedie, dizionari italiani e stranieri (Enciclopedia dello Spettacolo, Treccani, Gremese, Larousse) per le “voci” riguardanti la danza e il balletto.Pubblica articoli e saggi su programmi di sala e riviste specializzate (Balletto oggi, Danza & Danza, Tutto Danza) e partecipa a convegni di studio, tiene conferenze sulla danza in tutto il mondo, essendo considerato fra le personalità della cultura coreutica italiana più prestigiose in campo internazionale. Vari i riconoscimenti, uno dei quali il Premio Tani per la critica di danza 1991. Principali pubblicazioni: Discorso sulla Danza e sul Balletto (Trevi, ed. 1970, 1980, 1981); I Grandi Balletti (Gremese ed. 1991); Storia della Danza e del Balletto (Gremese ed. 1994, nuova edizione 2005); L’uomo e lo spettacolo (Ed. Paoline, 1988); Dizionario Gremese della Danza e del Balletto di Horst Koegler (ed. it. a cura di A. Testa; prossima ediz. 2007); Cento grandi balletti (ed. Gremese, 1999, 2006). Saggi sulla coreografia del Novecento in Italia per la rivista di studi coreutici: Corégraphie. Si è pure dedicato alla regia di teatro drammatico (Festival di Todi, 1993; La città che ha per principe un ragazzo di Montherlant di cui ha curato l’adattamento, la traduzione e la messa in scena); un Omaggio a Thornton Wilder a Roma nel 1998 con ripresa a Roma e a Torino l’anno seguente.Nell’ambito della Commissione dello Spettacolo, presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è stato fra i membri della sezione Danza.Ha collaborato con l’Editore Di Giacomo in più occasioni, ultima delle quali le recenti Lezioni di Storia della Danza (2003).A Firenze ha tenuto una importante conferenza per commemorare Aurelio Milloss nel Centenario della nascita (maggio 2006) testo pubblicato da Athena Parthenos (Roma). Nel 2005 ha dato alle stampe (Ed. Braille-Gamma) il libro Memoria di un testimone-Torino e la Danza-Preistoria, storia,tempo presente della nobile arte nei ricordi di un danzatore torinese.Due anni fa ha pubblicato i libri: Positano e la Danza del mondo e Parole di Danza (Gremese Editore), quest’ultimo apparso anche in traduzioni francese e inglese; nell’agosto 2006, ha dato alle stampe il libro Nureyev a Positano: i luoghi della memoria presso le Edizioni Spartaco – S. Maria Capua Vetere (Caserta).Contemporaneamente ha curato, con Cesare Nissirio, la mostra Uno sguardo indietro e ai margini della Danza – Ballerini e coreografi del Novecento – Riflessi sui premi Massine di Positano, in occasione della XXXV edizione del Premio Massine, durante la quale gli è assegnata la Targa d’Argento Athena Parthenos per la Cultura 2006.
AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI POSITANO
Tel. 089 875067 – info@aziendaturismopositano.it
A Roma: Cesare Nissirio – Tel. 06 44237261 – 347 3571655 – 333 5768914


Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.