Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Domani, sabato 1 settembre, Amalfi festeggia il Capodanno Bizantino

Più informazioni su

Domani, sabato 1 settembre, Amalfi festeggia il Capodanno Bizantino

con l’investitura del nuovo Duca di Amalfi



Il premo internazionale di Maestro del Diritto, giunto alla sua IX edizione,

sarà conferito nel corso di una solenne cerimonia al prof. Cesare Ruperto

già Presidente della Corte Costituzionale e attuale Presidente della Corte d’Appello della FIGC impegnato lo scorso anno nei processi di Calciopoli





Rivive domani ad Amalfi quella che nel Medioevo fu la sua antica funzione mediatrice nel contesto mediterraneo. Ma più in particolare un pezzo della sua storia, con la rievocazione di una delle pagine più importanti dell’epoca repubblicana. Quella, cioè, legata all’investitura del suo Duca e all’esercizio dei poteri, tra cui la facoltà di promulgare leggi e decreti. Ed è in ricordo di questa consuetudine (si rinnovava di anno in anno proprio il 1° settembre quando i nobili dello stato autonomo provvedevano all’elezione del Duca), che Amalfi festeggia il suo singolare CAPODANNO BIZANTINO, con rievocazioni storiche, animazioni medievali, convegni, spettacoli musicali.



La manifestazione (organizzata con il patrocinio del Comune di Amalfi, Comune di Atrani, Provincia di Salerno, Regione Campania, Centro di Cultura e Storia Amalfitana, Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo) intende rievocare appunto l’investitura del Duca di Amalfi, custode e arbitro del diritto. Un riconoscimento, che dal 1999 viene conferito ad un insigne giurista italiano proprio il 1° settembre, data, questa, secondo la tradizione bizantina, considerata come l’inizio dell’anno giuridico e fiscale, in tutti quei paesi sottoposti all’autorità imperiale. Una consuetudine che storicamente Amalfi, legata al mondo bizantino da forti vincoli commerciali e culturali, preferì mantenere nonostante si fosse costituita in repubblica indipendente nell’893



Per questa IX edizione, la Giuria del Premio “Duca di Amalfi” – Maestro del Diritto, presieduta dal prof. Giuseppe Acocella, ha scelto di conferire il Premio internazionale al prof. CESARE RUPERTO, già presidente della Corte Costituzionale e attuale Presidente della Corte d’Appello della FIGC impegnato lo scorso anno nei processi di Calciopoli.



Magistrato di grande prestigio, Presidente di sezione (civile) della Corte di Cassazione, è stato eletto Giudice della Corte Costituzionale dalla Corte di Cassazione il 16 novembre 1993. Nutrito di profonda cultura giuridica, ha impresso un’orma profonda nello studio del Codice civile, in specie in materia di obbligazioni, lavoro, proprietà, persone e famiglia, successioni. Giurista di riconosciuto valore, Rupert, che ha maturato una grande sensibilità sistematica, unita ad una personalità di magistrato rigoroso e autorevole, che gli hanno consentito di esercitare con grande prestigio la sua funzione giudiziaria sia nella giurisdizione ordinaria che in quella della legittimità costituzionale, è stato nominato il 15 giugno 2006 presidente della Commissione d’appello federale (CAF) della FIGC. Per la statura internazionale di studioso e di operatore del diritto e per la sua grande autorevolezza di magistrato la giuria del Premio lo ha nominato Duca d’Amalfi.



E la cerimonia di investitura è in programma domani pomeriggio (ore 17.30) ad Atrani, e più precisamente lungo l’atrio della cappella palatina di San Salvatore de Birecto. Lo stesso luogo dove in epoca repubblicana si provvedeva alla consegna dei simboli del potere: la clamide e il berretto. La manifestazione si snoderà da Amalfi con gli sbandieratori che apriranno la festa alle 16.30. Poi, sarà la volta del corteo storico che si snoderà tra le stradine della città, arrivando fino alla Piazza Umberto I, dove il nuovo duca verrà investito della prestigiosa carica dall’Arcivescovo di Amalfi, Mons. Orazio Soricelli.



Con la formula “Per hoc nostrum preceptum” il Duca aveva un tempo la facoltà di promulgare leggi e decreti: pertanto la città ha inteso ricordare questa prerogativa con la nomina annuale a Duca di Amalfi di un insigne maestro del diritto, eletto da un senato di giuristi. All’investitura, proclamata in latino medievale dall’Arcivescovo di Amalfi, fa seguito il corteo nuziale che ricorda il matrimonio di Sergio III°, figlio del Duca Giovanni I°, figlio del Duca Mansone I°, con la Principessa di Capua e Benevento Maria, avvenuto la domenica del 26 aprile 1002.



Alle 19.30, presso il Salone Morelli di Amalfi, il nuovo duca terrà la sua prolusione che verterà su argomenti attuali ed importanti legati ai temi giuridici nazionali. La manifestazione si concluderà alle 21.00, in Piazza Duomo con gli Ahura Project, musiche e danze dell’antica Persia.



Grazie allo sforzo dell’amministrazione comunale di Amalfi, ed in particolare del sindaco Antonio De Luca, dell’Assessore allo Sport e Tempo libero, Alfonso Cavaliere, dell’ Assessore al Turismo, Imma Lauro, dell’Assessore alla Cultura, Giuseppe Camera, sono ormai nove edizioni che questo evento di carattere storico-giuridico viene ricordato e riaffermato nella memoria di tutti. Una tradizione antica che si rivive ogni anno con una considerevole partecipazione non solo da parte degli abitanti dei comuni limitrofi ma anche, e soprattutto, dei turisti che rimangono affascinati dallo spettacolo senza tempo di una città incantevole come Amalfi.



La nomina di Ruperto a Duca d’Amalfi – Maestro del diritto segue quelle di Pietro Rescigno, Paolo Grossi, Giuseppe Tesauro, Vincenzo Buonocore, Giovanni Conso, Giorgio Berti, Antonio Tizzano e Francesco Casavola





SI COMUNICA CHE LA STRADA STATALE 163, DOMANI 1 SETTEMBRE, RESTERA’ CHIUSA AL TRAFFICO NEL TRATTO COMPRESO TRA CASTIGLIONE E BIVIO PER POSITANO DALLE 18.00 ALLE 20.00





_____________________________________________________________________________________________



Info Line: Comune di Amalfi tel. 0898736201 – 8736211 fax 089871646 – www.comune.amalfi.sa.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.