Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano mostra di Di Muro al Mediterraneo

Più informazioni su

Venerdì 6 luglio, alle ore 20,00, nelle sale del ristorante Mediterraneo a Positano, sarà inaugurata la mostra Le ragazze di Positano che raccoglie ceramiche realizzate in questi ultimi anni da Giuseppe Di Muro. Promossa da Enzo Esposito nel tentativo tessere una rete di incontri e di relazioni, e presentata da Marco Alfano, essa comprende una serie di piatti sui quali l’architetto-designer riscrive con ironia i suoi ‘incontri’ positanesi, gli sguardi defilati ed ammiccanti di giovani donne che scorrono sulla retina, senza, però, calcare il passo del voyeur, anzi inseguendo il gioco della sintesi, della maschera.
Di Muro, cinquantenne, architetto, è di Giffoni Sei Casali. Docente presso l’Istituto d’arte di Firenze, opera nella sfera artistica realizzando progetti di installazioni, scenografie e performance. Ha esposto già con successo in numerose mostre collettive e personali, ultima in ordine di tempo quella dell’estate 2006 al Fës show room di Minori.
“A considerare la serie di ceramiche, che Giuseppe Di Muro ha creato per questa mostra dedicata alle ragazze di Positano – scrive Marco Alfano nel catalogo -, il tema poteva essere certo tra i più arrischiati: avrebbe potuto rivelarsi impudico; avrebbe potuto incatenarsi alla materia, come a volte accade trattando del piacere dei sensi; rimanere esercizio sterile di sottinteso sessuale. Doveva avere l’artista la delicatezza necessaria ai grandi amori: non la brutalità foriera di brevi passioni. In verità, è sempre un giuoco per Di Muro dirimere ogni tócco sensibile del colore, traducendo nella porosa durezza degli smalti rossi cromati, azzurri turchesi, gialli, il racconto degli sguardi di ragazze, attese o soltanto sognate, le sue donne languide e stupefatte, ma anche munite di terribili lampi che trafiggono – ne erano certi gli antichi greci – la sostanza fluida della nostra anima. Sono fanciulle di sole, che possiamo immaginare ornate da un nastro o un indumento di seta, quei volti sorridenti – dilavati nei toni pastello – che paiono come fiori appena sbocciati, quelli che si mettono alla svelta in calici eleganti, prima che insecchino, a decantarne la preziosità.
A queste opere gioiose Di Muro ha opposto un’altra sequenza di piatti torniti dove la terracotta è modellata a rilievo per descrivere alcune parti allusive alle forme organiche, labbra femminili appena dischiuse, particolari ravvicinati di corolle fiorite, caste nella loro forma disfatta, profonde come ferite melanconiche di un innamorato: solo un miracolo profano ha salvato l’esercizio della forma dal precipitare, alla materia di farsi apparenza di sé, restituendo quella virtù che possiede di ampliare il cuore dell’uomo in un rapporto intimo con quel mondo immaginario che giunge alla matrice primaria”.
La mostra di Positano resterà aperta fino al 19 luglio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.