notizie dal mondo

Più informazioni su

    La Cina sta affrontando una grave crisi. All’interno dei confini del Paese vivono ben 1 miliardo e trecentomilioni di persone e, nonostante la legge obblighi ai cittadini di adottare il cognome del padre o della madre, un insolito processo di convergenza andato avanti nei secoli ha fatto sì che oltre l’85% dell’intera popolazione si avvalesse di appena cento cognomi.
    Stando a quanto riferito dai quotidiani locali l’amministrazione accusa una crescente difficoltà di trovare nomi univoci. Oltre 93 milioni di persone si chiamano “Wang”, 92 milioni “Li” e 88 milioni “Zhang”. Con queste poche variabili diventa pressoché impossibile evitare tremendi casi di omonimia. Pechino ha pensato ora di lanciare una nuova regolamentazione, ancora in fase di sperimentazione.
    I cittadini potranno fondere il cognome dei propri genitori in vario modo. Tale sistema garantirà 1 milione e 280 mila nuove combinazioni, un numero importante di nuovi cognomi che non sarà comunque sufficiente a risolvere il problema definitivamente.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »