Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano – A NEW IDENTITY, LOGO, BRAND NAME FOR THE AMALFI COAST ?

Più informazioni su

An animated Townl Meeting last night at the Hotel Savoia.
 
     Positano- With the participation of Citizens, Amalfi Coast Mayors, Administrators local, regional and provincial and Hotel owners -a barrage of dissent against the new name “Costa delle Sirene” to include the Sorrentine Coast as well.
 
      Lots of words spoken passionately and otherwise. The upshot of the discussion to quote an old adage “if it ain’t broke , don’t fix it.” We are known worldwide as The Amalfi Coast “La Divina Costiera” could there be a better identity?
 
It is now up to the individual local administrations to unanimously disapprove of the already determined name and have the approval rescinded.
 
(A full report in Italian on these pages)


I can  be reached: Francesco Carpegna
Tel:039 3386075559 
mailto:ringhio51@hotmail.com

 

 

                                                            **********


 


Una levata di scudi contro il marchio “Costa delle Sirene” nell’incontro con l’assessore regionale al Turismo Marco di Lello a Positano all’hotel Savoia, ma strategie alternative si troveranno solo dopo un’espressa posizione di ogni amministrazione.  Diversi gli interventi, che cercavano di essere brevi per la partita del Napoli, ma tutti in un senso, cosa che Di Lello non ha accolto di buon grado.“Credo nel progetto del sistema turistico locale, questo era il mio scopo e ci credo. Finora nessuna amministrazione aveva detto nulla sul marchio  – ha detto Di Lello -, ma ogni decisione è partita dal basso, ci sono stati vari incontri, ultimo quello del 29 settembre, e solo ultimamente abbiamo trovato delle critiche. Mi sembra che qui siamo di fronte a Guelfi e Ghibellini, il mio scopo è creare un sistema turistico locale, il marchio si toglierà se avrò delle indicazioni precise, ci sono anche documenti che dimostrano che gli amministratori accettavano un marchio unico per le due coste.”  All’incontro, condotto dal giornalista Enzo Casciello, il consigliere regionale Salvatore Gagliano, che ha sollevato per primo la bagarre, il presidente della Provincia Angelo Villani,  il sindaco di Positano Domenico Marrone, il Presidente della Comunità Montana  Raffaele Ferraioli, il presidente degli albergatori Lorenzo Cinque, il sindaco di Ravello Paolo Imperato e il sindaco di Amalfi Antonio De Luca, amministratori di tutta la Costiera Amalfitana  e rappresentati degli albergatori. Tutti contro il marchio. “Desidero chiarire il ruolo che ho svolto in questa situazione, senza calpestare il piede a nessuno, senza prendere un distintivo di merito – ha detto Gagliano -, sono intervenuto solo nell’interesse esclusivo della Costiera Amalfitana, in difesa dei segni della nostra identità, identità che non vogliamo perdere. Io non ho partecipato mai a nessun incontro che riguardava quel marchio, sono stato eletto come consigliere regionale anche con i voti della Costiera Amalfitana, e per questa voglio portare avanti questa battaglia. Io ho detto a tutti che per me è una scelta allucinante ed ho sollevato il problema Di Lello a differenza di altri assessori, e parlo di Cascetta, si dimostrano disponibili. Di Lello aveva dichiarato a Repubblica che l’unico che si era lamentato era Gagliano e allora abbiamo fatto questo incontro il 29. Più solleviamo il grido d’allarme più si convince l’assessore. Ma questo bando non mi sembra in buona fede, questo marchio favorisce solo la penisola sorrentina.” “Noi amministratori abbiamo saputo solo di recente che il marchio scelto era quello di Costa delle Sirene – dice il sindaco di Positano Domenico Marrone -, ci siamo confrontati già più volte, esprimendo delle critiche.” “Parlo da imprenditore – dice il presidente della provincia Angelo Villani -, non si può puntare ad un nuovo brand quando se ne ha già uno consolidato, si sprecherebbero anni di lavoro. Bisogna rafforzare quello che già c’è.” Non sono mancati scontri polemici come del sindaco Antonio De Luca contro Di Lello colpevole di aver ostacolato il parcheggio in roccia ad Amalfi,  Salvatore Di Martino che ha sottolineato come molti amministratori già erano contro prima dell’intervento di Gagliano e  il consigliere di Maiori Salvatore Della Pace contro lo sperpero di denaro pubblico e altre contestazioni che hanno surriscaldato l’animo alla fine del dibattito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.