Quantcast

Pensiero della settimana

Più informazioni su

    Profondamente consolidata nella struttura del sè egoico vi è la necessità do opporsi, di resistere e di escludere per mantenere il senso di separatezza dalla quale dipende il prolungarsi della sua sopravvivenza. Cosi vi è l’ contro , contro .
     
    L’ego ha bisogno di essere inconflitto con qualcosa o con qualcuno. Questo spiega perchè state cercando la pace, la gioia  e l’amore ma non potete poi tollerarli per molto. Dite di volere la felicità ma siete dipendenti dall’infelicità.
     
    Alla fine, la vostra infelicità non è originata dalle situazioni della vita ma dal condizionamento della vostra mente.
     
    Vi tracinate dietro sentimenti di colpa per qualcosa che avete fatto-oppure omesso di fare-nel passato? Questo per lo meno è certo: a quel tempo avete agito secondo il vostro livello di consapevolezza o piuttosto di inconsapevolezza. Se foste stati più consapevoli, più coscienti, avreste agito in modo differente.
     
    La colpà è un altro tentativo dell’ego di creare un’identità un senso del sè. Per l’ego non importa che il sè sia positivo o negativo. Ciò che avete fatto o avete mancato di fare è stata una manifestazione di inconsapevolezza, inconsapevolezza umana. E comunque l’ego lo personalizza e dice e cosi portate avanti un’immagine di un voi stessi .
     
    Nei secoli gli esseri umani si sono inflittti l’un l’altro innumerevoli atti di violenza, crudeli e dolorosi e continuano a farlo. Sono tutti da condannare, sono tutti colpevoli? Oppure questi atti sono semplici espressioni d’inconsapevolezza, uno stadio evoluto dal quale stiamo uscendo?
     
    Le parole di Gesù < Perdona loro perchè non sanno quello che fanno> si applicano anche a noi>.
     
     
    Saluti
     
    Francesco
     


     

    I can be reached: Francesco Carpegna
    http://www.positanospiritualadventures.com
    Tel:039 3386075559 
    mailto:ringhio51@hotmail.com

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »