Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

notizie dal mondo

Più informazioni su

 



La fortuna si dice che sia cieca e che la sfiga ci veda benissimo. Così stanco di spendere i propri soldi per quei Gratta e Vinci sempre perdenti, ha deciso di truccarne uno in modo da recuperare qualche euro. Almeno questo era il progetto di Gaetano, un pensionato di Quartu, in provincia di Cagliari, che ora rischia un processo per truffa ai danni dello Stato.
L’uomo aveva comprato un tagliando da un rivenditore ma, come spesso accade, sotto la vernice dorata si celavano combinazioni sfortunate. Cosa fare allora? Tornato a casa, con tanta buona pazienza, ha ritagliato i numeri e li ha incollati nella sequenza giusta. Andato dal rivenditore ha riscosso la vincita: 25 euro.

Il talloncino non è però passato inosservato per molto tempo. Il titolare della ricevitoria si è accorto dell’imbroglio pochi secondi dopo che l’uomo aveva varcato la porta. Lo ha seguito ma il signor Gaetano era già salito in auto e partito col “bottino” in tasca. Segnalata la targa del mezzo ai carabinieri l’uomo è stato identificato. Dopo un brevissimo faccia a faccia il pensionato ha confessato e chiesto perdono.

“Non sono un criminale – ha detto al rivenditore restituendogli il denaro – non so proprio cosa mi sia saltato in mente. Non vincevo mai e ho speso troppi soldi inseguendo la fortuna. Non l’ho fatto con il proposito di arricchirmi ma per reinvestire quei pochi euro in qualche altra scommessa. Chiedo scusa a tutti, a cominciare dal rivenditore che ha prontamente ritirato la querela. Non lo farò più, non voglio dare preoccupazioni ai miei familiari”. La vicenda potrebbe esser comunque tutt’altro che conclusa. L’autorità giudiziaria dovrà ora decidere se procedere o archiviare il caso. tiscali

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.