Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

E-GOV. Carta d´identità elettronica, ANCI:

Più informazioni su

La Carta d’Identità Elettronica (CIE) che doveva sostituire quella cartacea a partire dal primo gennaio di quest’anno è, secondo l’ANCI (Associazione nazionale comuni italiani), un progetto che rischia il naufragio. Leonardo Domenici, presidente dell’associazione ha infatti chiesto una convocazione della Conferenza Stato-Citta’ per un aggiornamento sull’andamento e sugli sviluppi del processo di riorganizzazione del sistema CIE.


Nel sottolineare che il progetto CIE “rappresenta uno dei pochi strumenti di innovazione tecnologica in grado di modificare, in meglio, stili di vita ed abitudini dei cittadini italiani”, Domenici rileva che ”purtroppo il progetto, partito nel 2000, rischia di naufragare e non cogliere un’opportunita’ cosi’ rilevante. Inoltre sappiamo che il Tavolo interministeriale istituito presso il Ministero dell’Interno per rivedere il processo di messa a regime della Carta d’Identita’ Elettronica non ha, ad oggi, prodotto alcun significativo risultato”.


Per il Presidente ANCI è quindi necessaria una “convocazione di una riunione della Conferenza Stato Città e Autonomie Locali, ”per avere un aggiornamento sull’andamento e sugli sviluppi del processo di riorganizzazione del sistema CIE”.


 


 


Il servizio realizzato dalla trasmissione televisiva “le Iene” in onda questa sera, rilevando la mancata emissione di scontrini fiscali da parte di uno spaccio gestito nel perimetro del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dimostra l’elevata diffusione e il livello disinvolto di alcune pratiche di evasione fiscale in Italia. Lo comunica in una nota il Ministero stesso che assicura che, per lo specifico episodio, sono già stati attivati gli accertamenti, cui seguiranno misure nei confronti dei responsabili del comportamento illecito.


Il servizio – prosegue la nota – anche se compiuto entrando senza alcuna autorizzazione all’interno del Ministero, dimostra inoltre l’urgente necessità di rafforzare i sistemi di controllo e contrasto all’evasione fiscale. Misure che la Finanziaria per il 2007 introduce con determinazione e che rappresentano il primo, fondamentale passo per garantire a tutti i cittadini e alle imprese un sistema tributario efficiente, più equo e meno gravoso.


www.mdc.it


                                                      Michele De Lucia


 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.