Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

La via della castagna in Costiera amalfitana

Più informazioni su

Visita al paesaggio rurale d’autunno di Scala e Tramonti


 



 infostampa


 


È un progetto curato dai comuni di Scala e Tramonti con l’obiettivo di valorizzare la castagna dei Monti Lattari per avviare la procedura di riconoscimento della certificazione di qualità IGP o DOP.


 


È la fascia collinare e di montagna della costa d’Amalfi ad essere interessata, il corridoio pedemontano dei Monti Lattari, lungo valli e colline, da Tramonti sino a Scala. Sono 200 ettari circa di SAU –superficie agricola utilizzata- impegnati a castagno, una produzione per circa 40mila quintali, mercati di sbocco nazionali ed esteri (States e Germany) trattati da grossisti e mediatori campani; la trasformazione locale, però, è del tutto ininfluente, assorbita com’è dal solo settore delle pasticcerie. Questi sono i dati e le informazioni salienti. Il grosso del consumo locale avviene in direzione delle famiglie.


La valorizzazione è un aspetto fondamentale per razionalizzare ed ottimizzare la produzione dell’intero comparto castanicolo e per lanciare la filiera della castagna dei Monti Lattari, dalla coltivazione al mercato-consumo, passando per le fasi vitali della raccolta-selezione-lavorazione / confezionamento – spedizione / trasformazione in loco / ricerca mercati di sbocco. Valorizzare la castagna per valorizzare il castagneto e i luoghi dell’Alta Costiera e della sua realtà agricola e rurale.


 


La via della castagna è un’azione di marketing territoriale promossa dal basso, direttamente dai due comuni di Scala e Tramonti. Il progetto è stato finanziato dal PIR /Piano Integrato rurale / SA1 Costiera Amalfitana Monti Lattari  con la misura 4.24 del POR Campania.


Va dal 30 settembre al 12 novembre impegnando tutti i fine settimana. È interessato tutto l’ottobre sino alla seconda domenica di novembre.


 


L’itinerario della castagna si snoda in una serie di appuntamenti culturali e gastronomici, lungo i Villaggi, alla scoperta delle tipicità alimentari di qualità e delle realtà rurali “cosiddette” minori, sconosciute al grande pubblico, promosse nell’itinerario della via della castagna.


 


Il percorso rurale ha inizio a Tramonti, nel villaggio di Cesarano (nei pressi del bivio Ravello valico di Chiunzi) con la festa della montagna 30 settembre – 1 ottobre, occasione per degustare i prodotti tipici della Tramonti alta (salumi artigianali di cinghiale e formaggi ovino e caprini da pastorizia locale). Prosegue con la Vendemmia nel Villaggio di Campinola 7-8 ottobre ove sarà possibile partecipare all’iniziativa Tramonti cantine aperte (consigliabile la prenotazione riferita nella brochure) per visitare le aziende dei produttori del vino DOC che i loro vigneti ed essere accompagnati in una degustazione guidata.


La parte centrale dell’iniziativa è dedicata alla tradizionale festa della castagna di Scala nei giorni 14-15 e 21-22 ottobre: il tema sarà la gastronomia popolare della castagna, con stand specifici ove saranno servite pietanze, primi piatti e secondi, dolci e marmellate fatte con le ricette che si tramandano da tempi antichi. Allieteranno i giochi tra le contrade (da non perdere la corsa degli asini) e gruppi folk. Di sera spettacoli musicali al ritmo della tammorra.


Da segnalare la castagna nei ristoranti, iniziativa di alta degustazione, ove verrà proposto un menù particolare, ottenuto dalle ricerche storiche e gastronomiche del prof. Ezio Falcone (menù e ristoranti aderenti in brochure).


È previsto un approfondimento in tema “La coltura del castagno e l’impiego del frutto tra storia, cultura


popolare e gastronomia  in Costiera Amalfitana” convegno che sarà svolto a Tramonti presso la sede municipale di Polvica il 29 ottobre alle ore 10.30 con la partecipazione di esperti e istituzioni (riferite nella brochure).


Una variazione al tema è costituita dall’iniziativa del 23 ottobre ore 18.30 municipio Tramonti, conversazioni letterarie con l’autore con la presentazione di tre pubblicazioni (altre notizie in brochure).


Di particolare significato culturale l’iniziativa di Gete – Tramonti – domenica 12 novembre ore 10.00


Convegno presso la Chiesa rupestre (VIII sec.) sul Vitigno autoctono del Tintore Tramonti.


Cui seguirà la visita ai vigneti secolari e un percorso gastronomico e culturale lungo la Via degli asceti (rappresentativi della religione rupestre ed ascetica in Costa d’Amalfi) nell’insediamento particolare delle grotte naturali di Gete. Degustazioni guidate dei prodotti tipici dei luoghi.


 


Settembre 2006                                                                           ufficio stampa de la via della castagna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.