Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

notizie dal mondo

Più informazioni su

 



Cosa non si fa per arrotondare un magro stipendio. In Nuova Zelanda una giovane donna ha pensato di sbarcare il lunario grazie alla formula “agente di polizia di giorno, prostituta di notte”. La poliziotta, terminato l’orario di lavoro, vendeva il suo corpo in un postribolo autorizzato di Auckland.
In Nuova Zelanda la prostituzione è legale e ai poliziotti è consentito avere un doppio lavoro, ma quando i superiori della donna hanno scoperto il suo segreto, l’hanno costretta ad abbandonare l’impiego non ufficiale.

“Le due attività non sono compatibili”, hanno affermato i responsabili del dipartimento dopo avere ripreso la poliziotta. “Secondo le nostre regole si tratta di una mancanza disciplinare e la persona colpevole è stata redarguita – ha detto la vice-comandante di polizia, Lyn Provost – posso assicurare che abbiamo agito correttamente e che questo tipo di secondo impiego non può in nessun caso essere approvato. Il lavoro in questione, infatti, è improprio e incompatibile con quello svolto dalla polizia”.

Una portavoce del Collettivo delle prostitute della Nuova Zelanda ha detto che, a seconda del bordello dove svolgeva il proprio lavoro, la poliziotta avrebbe potuto guadagnare in una notte ben frequentata fino a 247 euro. Secondo la portavoce sono molte le donne che svolgono come secondo impiego quello di lavoratrici del sesso: “La filosofia del nostro collettivo è dare un sostegno alle persone che lo fanno come secondo lavoro”.
Ora la poliziotta ex squillo dovrà faticare per fare quadrare il suo bilancio economico, a me che non scelga di darsi a tempo pieno alla professione più vecchia del mondo. font t

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.