Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Pensiero della settimana

Più informazioni su


Finchè una condizione è giudicata dalla nostra mente, che si tratti di un rapporto affetivo, un bene posseduto, un ruolo sociale, un luogo o il nostro corpo fisico, la mente prova attaccamento e si identifica con tale condizione. Questo vi rende felice, vi fa sentire bene riguardo a voi stessi e può diventare una parte di ciò che siete o pensate de essere. Ma niente perdura in questa dimensione in cui la ruggine e la tignola consumano. Tutto finisce o cambia, oppure può subire uno spostamento di polarità: la stessa condizione che era  ieri o l’anno scorso è improvvisamente o gradatamente, diventata . La stessa condizione  che vi rendeva felice poi vi rende infelici. La prosperità di oggi diventa il vuoto consumismo di domani. Le nozze e la luna di miele felici diventano il divorzio infelice o la convivenza infelice. Oppure una condizione scompare, per cui la sua assenza vi rende infelici.Quando una condizione o situazione per qui la mente prova attaccamento e con cui si è identifcata cambia o scompare, la mente non può accettarlo. Si aggrapperà alla condizione che svanisce e opporrà resistenza al cambiamento. E quasi come se un arto vi venisse strapparto dal corpo.


A volte sentite parlare di persone che avendo perduto tutto il proprio denaro o avendo visto rovinata la propria reputazuine si suicidano. Questi sono casi estremi. Altri, quando avviene una perdita importante di qualche genere, si limitano a diventare profondamente infelici o ad ammalarsi. Non sanno distinguere fra la loro vita e la loro situazione di vita. Di recente ho letto di una famosa attrice che e morta a piu di ottant’anni. Quando la sua bellezza cominciò a svanire devastata dalla vecchiaia, questa donna diventò disperamente infelice e una reclusa. Anche lei si era identificata con una condizione: il suo aspetto esteriore. Dapprima la condizione le diede un felice senso del sè poi uno infelice. Se fosse stata in grado di entrare in sintonia con la vita interiore senza forma e senza tempo, avrebbe potuto osservare e consentire il venir meno della sus forma esteriore da un luogo dei serenità e pace. Inoltre la sua forma esteriore sarebbe divenuta sempre piu trasparente all luce che brillava attraverso la sua vera natura senzà età, per cui la sua bellezza non sarebbe realmente svanita ma semplicemente si sarebbe transformata in bellezza spirituale. Pèro nessuno le disse che questo era possibile. Il gener e di conoscenza più essenziale non è ancora ampiamente accessibile.


Saluti,


 Francesco Carpegna
 email:ringhio51@hotmail.com

 

 


Tel:039 3386075559 
mailto:ringhio51@hotmail.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.