Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

 Come scegliere il miglior conto corrente

Il conto corrente è uno strumento bancario indispensabile per la gestione del proprio denaro e serve sia per amministrare i propri risparmi che per tenere sotto controllo, nella vita di tutti i giorni, i soldi in entrata e quelli in uscita.

Per prima cosa, quando si vuole aprire un conto corrente, è fondamentale valutare attentamente e la banca presso la quale si desidera richiedere questo servizio (così come consigliato anche sul sito specializzato migliorcontocorrenteonline.org). Non esistono delle regole precise che aiutino a scegliere l’Istituto di credito migliore e generalmente la scelta è calibrata in base alle esigenze di ognuno: dall’apertura di un conto che consenta il massimo risparmio possibile, alla vicinanza della filiale al luogo di lavoro o di residenza.

Come si apre un conto corrente

L’operazione di apertura di un conto è abbastanza semplice. Le modalità e le tempistiche possono variare leggermente, in base al tipo di banca o al canale di apertura utilizzato (apertura del conto online, in filiale, direttamente da telefono).

Quando si è individuato il prodotto più adatto alle proprie esigenze e prima di sottoscrivere un potenziale contratto, è raccomandabile leggerne attentamente le condizioni, in particolare il foglio informativo e tutto ciò che è previsto dalla normativa sulla trasparenza bancaria e sul trattamento dei dati personali. Fatto questo, si può procedere con la dichiarazione di presa visione, il consenso al trattamento dei dati personali, la firma e la consegna delle carte.

I documenti necessari per l’apertura di un conto corrente bancario, sono i seguenti: fotocopia del documento di identità e fotocopia del codice fiscale. Alcune banche possono richiedere anche il certificato di residenza del titolare del conto, ma non si tratta di una richiesta che vale sempre.

Nel caso in cui si decida di optare per l’apertura di un conto online, viene meno il contatto diretto con i dipendenti dell’Istituto creditizio che, di conseguenza, non possono procedere all’identificazione del correntista. È quindi necessario provvedere all’identificazione in osservanza di quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio.

Inoltre, per procedere al riconoscimento, è necessario essere titolari di un altro conto corrente da cui effettuare un bonifico di prova (detto anche bonifico di importo minimo) su un conto corrente opportunamente predisposto dalla nuova banca o, in alternativa, è possibile identificarsi attraverso procedura RID, ma anche questa richiede la preesistenza di un altro conto corrente.

Sono proprio le differenti modalità di identificazione finanziaria, esistenti fra un conto aperto in filiale/con promotore e uno aperto a distanza, la causa di tempistiche più o meno rapide: in caso di identificazione a distanza il conto sarà operativo solo dopo che la nuova banca avrà potuto verificarne la correttezza; in caso di conto aperto in filiale l’operatività del conto è istantanea.

L’apertura di un ipotetico conto risulta ancora più semplice in caso di conti che non concedano la possibilità di scoperti, il motivo è semplice: la banca non corre alcun rischio di perdere le proprie liquidità. Per ottenere questo tipo di conto, non è richiesta alcuna procedura di valutazione del proprio merito creditizio (un caso a parte riguarda la concessione di fidi su conto corrente bancario, per la quale si viene sottoposti inevitabilmente a una procedura di valutazione del proprio merito creditizio, che può allungare ulteriormente i tempi di apertura del conto).

Ci sono poi varie tipologie di conti correnti disponibili sul mercato, come il conto privato, quello per la famiglia, il conto per pensionati, per studenti, per bambini, per aziende e molti altri ancora. Questa diversificazione dell’offerta ha, nel tempo, aumentato il numero di operazioni che è possibile svolgere grazie a un conto corrente, semplificando di molto la vita delle persone:

  • Accreditare lo stipendio o la pensione;
  • L’uso di assegni/bancomat/carta di credito;
  • Effettuare e ricevere bonifici;
  • Avere scoperti in linea capitale, nel limite stabilito (Affidamento bancario);
  • Domiciliare le utenze;
  • Ottenere l’estratto conto (documento con il saldo disponibile e il riepilogo delle operazioni effettuate);
  • Servizi di Internet Banking e Phone Banking;
  • Prelievo/versamento bancomat;
  • Prelievo/versamento in filiale;
  • Operazioni di trading/investimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »